Joseph-Léon Cardijn

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Joseph-Léon Cardijn
cardinale di Santa Romana Chiesa
Joseph Cardijn Colored.jpg
CardinalCoA PioM.svg
Nato 18 novembre 1882, Schaerbeek
Ordinato presbitero 22 settembre 1906
Consacrato arcivescovo 21 febbraio 1965
Creato cardinale 22 febbraio 1965 da papa Paolo VI
Deceduto 24 luglio 1967

Joseph-Léon Cardijn (Schaerbeek, 18 novembre 1882Lovanio, 24 luglio 1967) è stato un cardinale e arcivescovo cattolico belga.

Fu un sacerdote belga, nominato cardinale della Chiesa cattolica da papa Paolo VI.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque a Schaerbeek il 18 novembre 1882. Visse con i suoi nonni ad Halle fino a quando i suoi genitori lasciarono il loro lavoro di custodi e suo padre non iniziò un'attività di commerciante di carbone e la madre non aprì un caffè. Entrambi profondamente cristiani, decisero di lasciare al figlio di continuare gli studi per diventare sacerdote, anziché avviarlo a lavorare in fabbrica.

Dopo gli studi presso il Collegio di Nostra Signora di Halle, nel 1903 entrò nel seminario di Mechelen. Il 22 settembre 1906 venne ordinato sacerdote. Divenuto tale, per influenza dei genitori e del sacerdote Adolf Daens si determinò a trascorrere la sua vita portando il cristianesimo fra la classe operaia. In particolare ebbe modo di accostarsi alla realtà dei giovani operai che si allontanavano dalla Chiesa e decise che la sua opera di evangelizzazione si sarebbe orientata verso di loro.

Fondazione del movimento gioventù operaia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1925 fondò la Jeunesse Ouvrière Chrétienne (JOC), che in Italia diventò la Gioventù Operaia Cristiana, adottando la metodologia della Revisione di Vita, facendo cioè riflettere i giovani sulla loro vita usando il metodo del vedere, giudicare e agire. L'originalità del metodo stava nel consentire ai giovani, riuniti in gruppi, di prendere coscienza della loro situazione, organizzarsi per migliorarla tramite l'azione e nello scoprire, tramite il confronto col Vangelo, la presenza di Gesù nella loro storia.

In pochi anni il movimento diventò una realtà internazionale, con sedi e gruppi in tutto il mondo; in molte nazioni, come Francia e Italia, la diffusione della JOC si legò all'esperienza dei preti operai.

Cardijn passò quindi gli ultimi anni della sua vita viaggiando per seguire l'evoluzione del suo movimento nei cinque continenti, e Papa Paolo VI lo elevò al rango di cardinale nel concistoro del 22 febbraio 1965.

Morì a Lovanio il 24 luglio 1967 all'età di 84 anni.

La sua causa di beatificazione è stata aperta dalla Diocesi di Malines-Bruxelles il 16 gennaio 2014.

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Vescovo titolare di Tusuro
(titolo personale di arcivescovo)
Successore Archbishop CoA PioM.svg
- 15 febbraio 1965 - 22 febbraio 1965 Giovanni Benelli
Predecessore Cardinale diacono di San Michele Arcangelo Successore CardinalCoA PioM.svg
- 22 febbraio 1965 - 25 luglio 1967 Javier Lozano Barragán

Controllo di autorità VIAF: 19790809 LCCN: n50058797