José Piendibene

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
José Piendibene
José Piendibene.jpg
José Piendibene con la maglia del Peñarol
Dati biografici
Nome José Antonio Piendibene Ferrari
Nazionalità Uruguay Uruguay
Altezza 181 cm
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex attaccante)
Carriera
Squadre di club1
1908-1928 Penarol Peñarol 506 (253)
Nazionale
1909-1923 Uruguay Uruguay 40 (20)
Carriera da allenatore
1934[1] Penarol Peñarol
1940-1941[1] Penarol Peñarol
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

José Antonio Piendibene Ferrari (Montevideo, 5 giugno 1890Montevideo, 12 novembre 1969) è stato un allenatore di calcio e calciatore uruguaiano, di ruolo attaccante.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

José Antonio Piendibene nacque nel barrio di Pocitos, a Montevideo, ultimo di otto figli. Debuttò il 26 aprile 1908 a 17 anni con la maglia del Club Atlético Peñarol nel ruolo di attaccante destro segnando due gol alla Francia. Il 29 ottobre 1911 al Parque Central l'Uruguay travolse l'Argentina per 3-0 con due reti di Piendibene. La sua fama crebbe negli anni a livelli enormi, così come cresceva il rispetto di cui godeva al di là dei campanilismi (nel 1922 i lettori della rivista "El Grafico", argentina, lo giudicarono il miglior giocatore della sua epoca). Sebbene abbia vinto per tre volte la Copa América con l'Uruguay non poté partecipare ai Giochi della VIII Olimpiade nel 1924 per dei problemi con alcuni dirigenti. Per lo stesso motivo ebbe poche occasioni di fare coppia con Héctor Scarone. Il gol di Piendibene che rimane nella storia è però quello che nel 1926 segnò al "Divino" Ricardo Zamora in un Penarol-Espanyol che terminò 1-0.[2] Per molti fu il più grande giocatore della sua epoca. In 506 partite disputate con la maglia del Penarol segnò 253 marcature.

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Piendibene giocò 40 partite con la maglia dell'Uruguay segnando 20 reti, dal 1909 al 1923. Il 2 luglio 1916 realizzò il primo gol della storia della Copa América, la massima competizione sudamericana riservata alle rappresentative nazionali.[3] La sua ultima partita con la maglia della nazionale fu nel novembre del 1923, in una amichevole contro il Cile dove siglò una rete nella vittoria dell'Uruguay per 2-1. Con 17 reti è il giocatore che ha realizzato più reti nella storia del "clasico" Argentina-Uruguay

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Club Atlético Peñarol: 1911, 1918, 1921, 1924, 1926, 1928
Club Atlético Peñarol: 1909, 1911, 1918
Club Atlético Peñarol: 1916
Club Atlético Peñarol: 1928

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

1916, 1917, 1920

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b cfr. girasolweb.tripod.com
  2. ^ manyacapo.com
  3. ^ The Copa América archive, rsssf.com

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]