Johnny Chan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Johnny Chan
Johnny Chan.jpg
Johnny Chan alle World Series of Poker 2006
Soprannome Orient(al) Express
Nazione Stati Uniti Stati Uniti
World Series of Poker
Braccialetti 10
ITM 45
Miglior risultato
Main Event
Vincitore (1987-1988)
World Poker Tour
ITM 5
Sito ufficiale
www.johnnychan.com
 

Johnny Chan (Canton, 1957) è un giocatore di poker cinese, due volte campione del mondo.

Prima del poker[modifica | modifica sorgente]

Nel 1962 la famiglia Chan si trasferisce ad Hong Kong, nel 1968 a Phoenix in Arizona e nel 1973 ad Houston, Texas.

La sua famiglia gestisce ristoranti e Chan, in un primo momento parve dover continuare l'attività paterna, ma a 21 anni si trasferisce a Las Vegas, abbandonando l'Università di Houston, per diventare un giocatore professionista di poker.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

World Series of Poker[modifica | modifica sorgente]

Chan attribuisce parte dei suoi iniziali successi al fatto che ben pochi giocatori statunitensi avessero già precedentemente giocato contro giocatori asiatici. Divenne un giocatore importante verso la fine degli anni '80, quando vinse per due volte di fila (1987 e 1988) l'evento principale delle World Series of Poker. Mancò poco che vincesse anche il terzo consecutivo se Phil Hellmuth Jr non lo avesse battuto e costretto ad un secondo posto. Nel film Il giocatore vi è una scena in cui compare in TV una cassetta con la mano finale, ai danni di Erik Seidel, nel Main Event 1988: ancora oggi la mano è considerata una dei maggiori capolavori della storia del poker. Nello stesso film Chan compare in un cameo.

Egli è l'ultimo ad aver vinto di fila due Main Event delle World Series of Poker, e si presume, dato il sempre crescente numero di partecipanti all'evento principale, che sarà anche l'ultimo.

Nel 2005 Chan è stato il primo a vincere 10 braccialetti (titoli) nelle WSOP, presto raggiunto però da Doyle Brunson e Phil Hellmuth jr che poi lo ha anche superato.

Chan ha l'abitudine di portare al tavolo da gioco un'arancia come portafortuna e dopo il suo secondo titolo consecutivo WSOP molti hanno seguito il suo esempio.

Nel 2002 è stato inserito nel Poker Hall of Fame.

Braccialetti alle World Series of Poker[modifica | modifica sorgente]

Anno Torneo Premio (US$)
1985 $1,000 Limit Hold'em $171.000
1987 $10.000 No Limit Hold'em World Championship $625.000
1988 $10.000 No Limit Hold'em World Championship $700.000
1994 $1.500 Seven Card Stud $135.600
1997 $5.000 Deuce to Seven Draw $164.250
2000 $1.500 Pot Limit Omaha $178.800
2002 $2.500 No Limit Hold'em Gold Bracelet Match Play $34.000
2003 $5.000 No Limit Hold'em $224.400
2003 $5.000 Pot Limit Omaha $158.100
2005 $2.500 Pot Limit Hold'em $303.025

Johnny Chan alle WSOP ha vinto circa 4.116.702$.

Poker Superstars[modifica | modifica sorgente]

Chan ha, nel febbraio 2005, partecipato al $400,000 Poker Superstars Invitational Tournament. Egli riuscì, una volta crollato a 20.000 gettoni, ad arrivare secondo, battuto da Gus Hansen, toccando una punta di 3.200.000 gettoni.

Nell'estate 2005 partecipa alla seconda edizione battendo 22 giocatori, tutti di grande qualità: alla fine sconfigge Todd Brunson, figlio di Doyle, e vince 400.000 dollari

Andò diversamente nella terza edizione quando Todd Brunson riuscì ad avere ragione su di lui.

Poker After Dark[modifica | modifica sorgente]

Sulla rete NBC Chan ha partecipato all show teleivisivo Poker After Dark, una serie di tornei con buy-in da 20.000 dollari che viene vinto interamente dal vincitore del torneo. Chan si è distinso per avrerne vinti 4 partecipando solo 6 volte, e quelle volta che non ha vinto è giunto secondo e l'altra quinto

Ha partecipato ai tornei:

  • WSOP Champions - mandato in onda originariamente da 15 al 20 gennaio 2007 - Vinse il testa a testa contro Chris Moneymaker
  • Golden Men - mandato in onda originariamente 11 al 16 giugno 2007 - Perse il testa a testa contro Joe Hachem
  • World Champions - mandato in onda originariamente 11 al 16 febbraio 2008 - Vince il testa a testa contro Phil Hellmuth
  • International - mandato in onda originariamente dal 25 febbraio al 1 marzo 2008- Vinse il testa a testa contro Patrik Antonius

Altri tornei[modifica | modifica sorgente]

Chan ha inoltre partecipato ad un tavolo finale del World Poker Tour, nonostante abbia partecipato a numerosi tornei.

Ha inoltre partecipato al World Series of Poker Tournament of Champions envents e al National Heads-Up Poker Championship negli anni 2004 e 2005.

Si calcola abbia vinto in carriera, col poker sportivo, più di 6.700.000 dollari.

Vita personale[modifica | modifica sorgente]

Oltre a giocare a poker, Chan è proprietario in franchising di fast food presso il Las Vegas Stratosphere Hotel ed è consulente per vari casinò. Ha l'aspirazione di aprire un proprio casinò. Inoltre scrive per Card Player Magazine ed è apparso su High Stakes Poker, programma della GSN

Chan ha sei figli.

Nel 2005 Chan ha collaborato con Mark Karowe per realizzare Play Poker Like Johnny Chan (ISBN 1-933074-48-5), un libro che insegna a giocare in diverse specialità e varianti del poker. Il 28 novembre 2006 è uscito un secondo titolo: Million Dollar Hold'em: Winning Big in Limit Cash Game (ISBN 1-58042-200-4), che si concentra sull'hold'em a limite. Nel 2007, Chan lancia una poker room: Chanpoker.com.

Scrive regolarmente nel bimensile Trader Monthly.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 4666357 LCCN: no2005074460