John Murray, I duca di Atholl

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
John Murray, I duca di Atholl
John Murray, I duca di Atholl
Ritratto di John Murray, I duca di Atholl.
Duca di Atholl
In carica 1703 –
1724
Successore James Murray, II duca di Atholl
Altri titoli conte di Tullibardine
Nascita Knowsley, 24 febbraio 1660
Morte Huntingtower Castle, 14 novembre 1724
Dinastia Murray
Padre John Murray, I marchese di Atholl
Madre Amelia Sophia Stanley
Consorte Katherine Hamilton
Mary Ross

John Murray, I duca di Atholl (Knowsley Castle, 24 febbraio 1660Huntingtower Castle, 14 novembre 1724), è stato un politico e ufficiale scozzese.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Era il figlio primogenito di John Murray, I marchese di Atholl, e di sua moglie lady Amelia Sophia Stanley, figlia di James Stanley, VII conte di Derby. Studiò alla St. Andrews University.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Egli venne creato I conte di Tullibardine da Guglielmo III d'Inghilterra, nel 1696, e I duca di Atholl dalla regina Anna, nel 1703.

Egli era un sostenitore del re Guglielmo III durante la Gloriosa Rivoluzione. Nel 1693 è stato nominato come uno dei commissari per l'inchiesta sul massacro di Glencoe. Nel 1695, venne nominato sceriffo di Perth. Nel 1696 fu nominato conte di Tullibardine e divenne segretario di Stato, Lord High Commissioner to the Parliament of Scotland (1696-1698). Con l'adesione della Regina Anna nel 1702, è stato nominato Consigliere della Corona, e nel 1703 divenne Custode del Sigillo Privato di Scozia. Nello stesso anno succedette al padre come II marchese di Atholl e nel giugno 1703 è stato creato Duca di Atholl, marchese di Tullibardine, conte di Strathtay e Strathardle, visconte di Balquhidder, Glenalmond e Glenlyon e Lord Murray, Balvenie e Gask.

Nel 1704 fu nominato Cavaliere del Cardo. Nel 1704 fallì un tentativo di complotto contro la regina Anna. L'intrigo è stato divulgato da Robert Ferguson, e Atholl inviò un memoriale alla regina in materia, che provocò la caduta di James Douglas, II duca di Queensberry. Ma la vicenda ebbe un effetto dannoso sulla carriera di Murray, privandogli del mandato nel mese di ottobre 1704. In seguito è diventato un forte antagonista del governo, e della famiglia reale di Hannover.

Morte[modifica | modifica sorgente]

Morì nel 1724 a Huntingtower Castle.

Matrimonio[modifica | modifica sorgente]

Sposò, in prime nozze, Lady Katherine, figlia di William Douglas, duca di Hamilton e di Anne Hamilton, III duchessa di Hamilton. Ebbero dodici figli:

  • John Murray, marchese di Tullibardine (6 maggio 1684 - 11 settembre 1709)
  • Lady Anne Murray (21 maggio 1685 - 20 luglio 1686)
  • Lady Mary Murray (28 settembre 1686 - 6 gennaio 1689)
  • William Murray, marchese di Tullibardine (14 aprile 1689 - 9 luglio 1746)
  • James Murray, II duca di Atholl (28 settembre 1690 - 8 gennaio 1764)
  • Lord Charles Murray (24 settembre 1691 - 28 agosto 1720)
  • Lady Katherine Murray (28 ottobre 1692 - 5 novembre 1692)
  • Lord George Murray (23 agosto 1693 - 25 agosto 1693)
  • Lord George Murray (4 ottobre 1694 - 11 ottobre 1760)
  • Lady Susan Murray (15 aprile 1699 - 22 giugno 1725), sposò William Gordon, II conte di Aberdeen
  • Lady Katherine Murray (25 aprile 1702 - 1710)
  • Lord Basil Murray (29 dicembre 1704 - febbraio 1712)

Sposò, in seconde nozze, Lady Mary Ross, figlia di William Ross, XII Lord Ross e Lady Agnes Wilkie. Ebbero otto figli:

  • Lord John Murray (14 aprile 1711 - 26 maggio 1787)
  • Lord Mungo Murray (agosto 1712 - giugno 1714)
  • Lord Edward Murray (9 giugno 1714 - 2 febbraio 1737)
  • Lord Frederick Murray (8 gennaio 1716 - aprile 1743)
  • Lady Caroline Wilhelmina Murray (28 maggio 1718 - maggio 1720)
  • Lady Mary Murray (3 marzo 1720 - 29 dicembre 1795)
  • Lady Amelia Anne Murray (20 aprile 1721 - 26 aprile 1721)

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Cavaliere dell’ Ordine del Cardo - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell’ Ordine del Cardo

Controllo di autorità VIAF: 14621036