John Hay, I marchese di Tweeddale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
John Hay, I marchese di Tweeddale
John Hay, I marchese di Tweeddale
Ritratto del marchese di Tweeddale, di Sir Godfrey Kneller, 1695.
Marchese di Tweeddale
In carica 1694 –
1697
Successore John Hay, II marchese di Tweeddale
Altri titoli conte di Tweeddale
Nascita Yester, Lothian, 13 agosto 1625
Morte Edimburgo, 11 agosto 1697
Dinastia Clan Hay
Padre John Hay, I conte di Tweeddale
Madre Jean Seton
Consorte Lady Jane Scott

John Hay, I marchese di Tweeddale (Yester, 13 agosto 1625Edimburgo, 11 agosto 1697), è stato un nobile scozzese, e Lord Cancelliere di Scozia..

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Egli era il figlio di John Hay, I conte di Tweeddale, e di sua moglie, Jean Seton. Studiò presso l'Università di Edimburgo.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Durante la guerra civile inglese ha combattuto per Carlo I e lo raggiunse a Nottingham, nel 1642, poi nella battaglia di Marston Moor nel 1644 dalla parte del Parlamento, a causa del suo atteggiamento nei confronti Covenanti, e quattro anni dopo era di nuovo dalla parte dei realisti nella battaglia di Preston.

Successe alla contea nel 1654, e fu imprigionato per il supporto di James Guthrie nel 1660. È stato membro dei parlamenti del Commonwealth (1656-1659).

Quando Carlo II è stato restaurato al trono, è stato nominato Lord Presidente del Consiglio scozzese nel 1663 e membro della sessione straordinaria nel 1664.

Ha usato la sua influenza per moderare un procedimento contro i Covenanti, ma venne licenziato dalla sua carica e dal Consiglio della Corona su consiglio di Lauderdale.

È stato Lord Cancelliere di Scozia (1692-1696).

Ha sostenuto la Gloriosa rivoluzione in Scozia, ed è stato creato marchese di Tweeddale nel 1694.

Matrimonio[modifica | modifica sorgente]

Sposò, il 24 settembre 1644, Lady Jane Scott (13 febbraio 1628-1688), figlia di Walter Scott, I conte di Buccleuch, e di sua moglie, Lady Mary Hay. Ebbero cinque figli:

Morte[modifica | modifica sorgente]

Morì l'11 agosto 1697.