Clan Hay

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stemma del Clan Hay.

Clan Hay è un clan scozzese che ha giocato un ruolo importante nella storia e nella politica della Scozia.

Origine del nome[modifica | modifica sorgente]

Il nome della famiglia deriva da quello di diversi villaggi chiamati a La Haye nella penisola del Cotentin, della Normandia, in Francia.

La parola, Haye, che in francese moderno è haie, significa siepe. Il nome si è evoluto in inglese come Hay.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Clan Hay discende dalla famiglia normanna dei de la Haye. I progenitori del clan scozzese erano William II de Haya e di sua moglie, Eva Pitmilly. Egli era il figlio di William I de Haya e di sua moglie Juliana de Soulis, sorella di Rainulf I de Soules. Morì poco dopo il 1201 e gli succede il figlio maggiore, David.

Gli succedette suo figlio Gilbert, sceriffo di Perth nel 1262, fu nominato uno dei reggenti e tutori del re Alessandro III. Suo nipote, Gilbert de Haya, venne dichiarato traditore da Edoardo I di Aberdeen. Robert the Bruce lo ricompensò con la nomina alla carica di Conestabile del regno di Scozia ed è stato anche uno dei firmatari della Dichiarazione di Arbroath, nel 1320.

Durante le guerre anglo-scozzesi, la famiglia subì pesanti perdite nella battaglia di Flodden, nel 1513. Gilbert de Haya combatté per Giovanna d'Arco durante le Guerra dei cento anni.

Dopo la Riforma, la famiglia rimase fedele al cattolicesimo, e quindi erano alleati di Maria, regina di Scozia, che nominò George Hay, VII conte di Erroll, Lord luogotenente di tutta la Scozia centrale. Francis Hay, IX conte di Erroll, è stato coinvolto in una cospirazione con il re Filippo II di Spagna, di rovesciare la regina Elisabetta I d'Inghilterra e di convertire il re Giacomo VI al cattolicesimo e quindi rendere la Gran Bretagna una roccaforte cattolica. Con la sconfitta della Armada spagnola, tuttavia, la cospirazione non ebbe successo.

Dopo l'Atto di Unione del 1707, la famiglia era in sintonia con la causa giacobita. Le rovine della loro fortezza di Slains Castle, sulla costa nord-est della Scozia, era un luogo di ritrovo frequente per i cospiratori giacobiti. Nel 1745, sostennero Carlo Edoardo Stuart e finanziarono la ribellione.

Con il crollo del giacobinismo, gli Hay divennero fedeli sudditi britannici, e molti furono coinvolti espansione dell'Impero britannico.