Carlotta di Borbone, Principessa d'Orange

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Carlotta di Borbone-Montpensier)
Carlotta di Borbone
Carlotta di Borbone
Principessa consorte d'Orange
In carica 24 giugno 1575 – 5 maggio 1582
Nascita 1546/1547
Morte Anversa, 5 maggio 1582
Padre Luigi III di Montpensier
Madre Jacqueline de Longwy
Consorte Guglielmo I, Principe d'Orange
Figli Luisa Giuliana, Elettrice Palatina
Elisabetta, Duchessa di Bouillon
Caterina Belgica, Contessa di Hanau-Münzenberg
Contessa Carlotta Fiandrina di Nassau
Carlotta Brabantina, Duchessa di Thouars
Emilia Anversiana, Contessa Palatina di Zweibrücken-Landsberg

Carlotta di Borbone (15465 maggio 1582) era la quarta figlia femmina di Luigi, Duca di Montpensier e Jacqueline de Longwy, Contessa di Bar-sur-Seine. Fu la terza moglie di Guglielmo il Taciturno, Principe d'Orange, il principale leader della rivolta olandese contro gli spagnoli.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Era figlia di Luigi III di Montpensier e di Jacqueline de Longwy.

A due settimane di vita, sua madre la portò nell'abbazia di Notre-Dame di Jouarre, nei pressi di Meaux, perché fosse cresciuta dalle suore e prendesse i voti da adulta. Nel 1565 divenne badessa dell'abbazia.

La notte di San Bartolomeo (1572) tuttavia, fuggì nascosta in un carretto di fieno e si recò nel Palatinato,[1] dove si convertì al Calvinismo.

Discendenza[modifica | modifica sorgente]

Il 24 giugno 1575 divenne la terza moglie del principe calvinista Guglielmo I d'Orange al quale diede sei figlie:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (FR) Pierre Miquel, Les Guerres de religion, Club France Loisirs, 1980. ISBN 978-2-7242-0785-9 , p. 286

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 70143396