Jörg Schlaich

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Jörg Schlaich (Stetten im Remstal, 17 ottobre 1934) è un ingegnere tedesco.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Figlio di Ludwig Schlaich, è professore emerito presso l'Università di Stoccarda. Nel 1980 fonda con Rudolf Bergermann il Ingenieurbüro Schlaich Bergermann und Partner con sede a Stoccarda, Berlino e New York. Il figlio Mike Schlaich è professore presso la Technische Universität Berlin.

Si ritiene maggiormente influenzato dal Professore Fritz Leonhardt, creatore della torre della televisione di Stoccarda, prima torre della televisione mondiale che fa da esempio per numerosi progetti futuri.

Principali realizzazioni[modifica | modifica sorgente]

In collaborazione con Günter Behnisch e Frei Otto realizzò la copertura dell'Olympiastadion a Monaco. Nel 1969 costruisce il Vidyasagar Setu (o secondo ponte Hooghly) presso Calcutta (nel 1992 un aggiornamento dopo 23 anni dalla prima apertura). Nel 1973 con Walter Neuhäusser crea la Alsterschwimmhalle a Amburgo. Nel 1983-1984 dopo il progetto dell'architetto Gottfried Böhm, la Züblin-Haus presso Möhringen, la sede della Ed. Züblin AG. Anche il Gottlieb-Daimler-Stadion è stato sviluppato su un lavoro del 1992. Nel 2000 è stata realizzata la sua struttura a rete filigrana per un torre panoramica di 43 m che poggia su un'unica sfera, Killesbergturm nel Höhenpark Killesberg di Stoccarda. Faceva parte dell'unione "THINK Team", i quali hanno mancato per poco la realizzazione del progetto per il Ground Zero, la ricostruzione del World Trade Center.

Ponti[modifica | modifica sorgente]

Erzbahnschwinge

Altro lavaoro notevole lo studio della Aufwindkraftwerk (camino solare). In Australia è stat fondata una società, la EnviroMission Limited per la realizzazione di tali camini. Con Rudolf Bergermann ha donato un archivio di opere alla Berliner Akademie der Künste.[1]

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Das Aufwindkraftwerk. Strom aus der Sonne. Einfach – erschwinglich – unerschöpflich. Deutsche Verlags-Anstalt, Stuttgart 1994, ISBN 3-421-03074-X.
  • The solar updraft tower. An affordable and inexhaustible global source of electricity. = Aufwindkraftwerke zur solaren Stromerzeugung. Bauwerk-Verlag, Berlin 2004, ISBN 3-934369-51-0.
  • mit Matthias Schüller: Ingenieurbauführer Baden-Württemberg. Herausgegeben von der Ingenieurkammer Baden-Württemberg. Bauwerk-Verlag, Berlin 1999, ISBN 3-934369-01-4.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Lydia Kotzan: Neu im Archiv: Szyszkowitz-Kowalski und Schlaich Bergermann, in: Bauwelt 22, 4. Juni 2010, S. 4
  2. ^ „Preis für Stuttgarter Bauingenieur“, Stuttgarter Zeitung, 17. Januar 2008
  3. ^ Informationsdienst Ruhr: RVR-Brücke über den Rhein-Herne-Kanal erhält europäischen Brückenbau-Preis vom 13. August 2010

Controllo di autorità VIAF: 85389955 LCCN: n83011287