Isao Tomita

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Isao Tomita
Nazionalità Giappone Giappone
Genere Musica elettronica
Sito web

Isao Tomita (Tokyo, 22 aprile 1932[1]) è un compositore, tastierista, arrangiatore[2] giapponese noto per le sue trascrizioni in chiave elettronica di partiture classiche[3].

Studiò privatamente musica classica e arte all'università, laureandosi nel 1955. Iniziò un'attività di compositore per brani acustici[3] che contribuirono, con il passare degli anni, a renderlo oggetto di commissioni sempre più importanti. A lui sono attribuite molte composizioni per programmi televisivi, quali un brano usato durante i giochi olimpici australiani del 1956, la colonna sonora del documentario White Lion,[3] e alcune sigle di serie animate di Osamu Tezuka.[4] Dopo aver "scoperto" Switched-On Bach, un album di Walter Carlos che godette di un grande successo commerciale verso la fine degli anni sessanta, si interessò alla musica elettronica. Il suo album Snowflakes Are Dancing del 1974, contenente alcune partiture per pianoforte di Debussy[2] arrangiate con il sintetizzatore, venne seguita da altre reinterpretazioni (spesso di successo) in chiave elettronica di musica classica, quali Firebird (1975), e The Bermuda Triangle (1979). Grand Canyon (1982) fu il suo primo album a presentare apparecchiature digitali. Tomita è attualmente il presidente onorario della Japan Synthesizer Association.

Discografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

  • 1974 - Snowflakes Are Dancing
  • 1975 - Pictures at an Exhibition
  • 1975 - Firebird
  • 1976 - The Planets
  • 1977 - Sound Creature
  • 1978 - Kosmos (originalmente intitolato Space Fantasy)
  • 1978 - Bermuda Triangle
  • 1979 - Tomita's Greatest Hits (compilation)
  • 1979 - Daphnis et Chloé
  • 1981 - Greatest Hits Volume 2 (compilation)
  • 1982 - Grand Canyon
  • 1984 - Dawn Chorus (Canon of the Three Stars)
  • 1984 - Best of Tomita (compilation)
  • 1984 - Space Walk - Impressions Of An Astronaut (compilation)
  • 1985 - Mind of the Universe - Live at Linz
  • 1988 - Back to the Earth - Live in New York
  • 1989 - Misty Kid of Wind
  • 1992 - Storm from the East
  • 1993 - School
  • 1994 - The First Emperor (pubblicato come supervisore musicale)
  • 1994 - Shin Nihon Kikou
  • 1994 - Nasca Fantasy (con Kodō)
  • 1996 - Bach Fantasy

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Isao Tomita - IMDb. URL consultato il 22 giugno 2014.
  2. ^ a b Matthew Brown, Debussy Redux: The Impact of His Music on Popular Culture, Indiana University Press, 2012, [1].
  3. ^ a b c Tomita - AllMusic. URL consultato il 15 febbraio 2014.
  4. ^ Jonathan Clements, The Dorama Encyclopedia: A Guide to Japanese TV Drama Since 1953, Stone Bridge Press, 2003, p. 284.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Billboard 16 ago 1975, pag. 41

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 76501700 LCCN: n81072545