Ignascio Alvirde

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Luis Ignascio Urive Alvirde
Fotografia di {{{nome}}}
Ring name Místico
Sin Cara
Nazionalità Messico Messico
Nascita Città del Messico
22 dicembre 1982
Residenza Città del Messico
Altezza dichiarata 170 cm
Peso dichiarato 82 kg
Allenatore Salvatore Frisicaro
Debutto 30 aprile 1998
Progetto Wrestling

Luis Ignascio Urive Alvirde (Città del Messico, 22 dicembre 1982) è un wrestler messicano.

È stato sotto contratto con la WWE, dove ha combattuto con il ring name Sin Cara (senza volto). Il wrestler, prima dell'approdo in WWE, è divenuto famoso con lo pseudonimo di Místico.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Ignacio Alvirde, cresciuto in una famiglia di wrestling, mosse i primi passi insieme al mentore Fray Tormenta (a cui si sono ispirati per il film Nacho Libre). All'età di 14 e 16 anni venne premiato come miglior giovane wrestler messicano.

La sua caratteristica principale è l'agilità; molti esperti di wrestling lo ritengono il nuovo Rey Mysterio, e uno dei più talentuosi lottatori del panorama del pro-wrestling.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Consejo Mundial de Lucha Libre (2004 - 2009)[modifica | modifica sorgente]

Mìstico, la gimmick che rese famoso Ignacio

Alvirde debuttò in CMLL nel 2004 con il ring name Místico e scalò rapidamente i vertici della federazione a ritmo record tanto da vincere 15 incontri consecutivi. Il 10 aprile 2007 conquistò il CMLL World Middleweight Championship che detenne fino al 20 marzo 2009 quando lo perse, in seguito alla sconfitta contro Negro Casas. Oltre al titolo medio-massimo, conquistò anche: il CMLL National Light Heavyweight Championship e per 4 volte il CMLL World Tag Team Championship.

New Japan Pro Wrestling (2009 - 2011)[modifica | modifica sorgente]

Il 4 gennaio 2009 debuttò per la NJPW a Wrestle Kingdom III in Tokyo Dome. Místico combatté insieme a Prince Devitt e Ryusuke Taguchi battendo Averno, Gedo e Jado grazie alla sua finisher La Mistica. Dopo il match, Mistico annunciò di rimanere nella federazione giapponese in quanto gli interessava il IWGP Junior Heavyweight Championship. Il 15 agosto 2009 vinse un match contro Tiger Mask IV diventando così il nuovo IWGP Junior Champion. Difese con successo il titolo fino all'8 novembre dello stesso anno, quando perse la cintura contro un rientrante Tiger Mask IV. Scomparve dalle scene per 1 anno e mezzo, a seguito di un infortunio (kayfabe).

World Wrestling Entertainment / WWE[modifica | modifica sorgente]

Debutto (2011)[modifica | modifica sorgente]

È stato ufficialmente messo sotto contratto dalla WWE il 30 gennaio 2011. Il 25 febbraio viene comunicato che il lottatore utilizzerà in WWE il nome Sin Cara (letteralmente Senza Volto): la WWE, infatti, non riesce ad ottenere i diritti sul nome e sulla gimmick di Mistico, che rimangono proprietà della CMLL. Il 7 marzo 2011 è stato presentato per la prima volta un promo del wrestler durante la puntata di Monday Night Raw e nello stesso mese fa il suo debutto in un House show di Raw battendo Primo. Il 4 aprile 2011 debutta ufficialmente nel main show della WWE attaccando Sheamus a seguito del match che quest'ultimo aveva tenuto con Daniel Bryan per la difesa del titolo USA. Si presenta inoltre anche nella puntata di Smackdown dell'8 aprile, attaccando Jack Swagger compiendo uno straordinario salto per entrare nel ring (eseguito utilizzando un trampolino elastico appositamente preparato). Nella puntata di Raw dell'11 aprile, nel suo primo match ufficiale nel main show, sconfigge Primo. La settimana successiva sconfigge, insieme a John Cena, Alex Riley e The Miz.

Sin Cara a SmackDown
Sin Cara esultante a Raw

Nel Draft del 2011 Sin Cara passa da Raw a SmackDown! con Mark Henry dopo che Randy Orton ha sconfitto Dolph Ziggler. Fa il suo esordio nel roster blu sconfiggendo Jack Swagger. Nella puntata di SmackDown del 6 maggio, Sin Cara sconfigge Tyson Kidd. A fine match, Chavo Guerrero gli stringe la mano e lo guarda con aria di sfida, segno forse di un probabile match fra i due messicani. Nella puntata di SmackDown del 13 maggio, Sin Cara continua a vincere sconfiggendo Daniel Bryan, anche se questa vittoria è macchiata dall'interferenza di Chavo Guerrero, che viene respinto da Sin Cara, dopo il match, poiché questi non voleva vincere così. Nel suo debutto in PPV, a Over The Limit, sconfigge Chavo Guerrero. Nella puntata di SmackDown del 27 maggio sconfigge nuovamente Chavo Guerrero, chiudendo la faida a suo favore.

Archiviata la pratica Guerrero, inizierà una breve faida con Cody Rhodes e Ted DiBiase, rimanendo comunque imbattuto. Nella puntata del 1 luglio, Sin Cara viene sconfitto per la prima volta in WWE da Christian. Dopo aver sconfitto Sheamus, nel PPV Money in the Bank non riesce a vincere l'omonimo match di SmackDown, vinto da Daniel Bryan. Appena dopo il PPV, viene comunicato che Alvirde è stato sospeso per 30 giorni a causa della violazione del Wellness program. Durante questo periodo Sin Cara continuerà ad essere presente agli show, ma verrà interpretato da Jorge Arias.

Faida con il Sin Cara Negro (2011 - 2012)[modifica | modifica sorgente]

Il 16 settembre il vero Sin Cara torna per confrontarsi con Black Sin Cara, che nel frattempo si era fatto squalificare per troppa violenza contro Daniel Bryan. Le settimane successive vengono ancora faccia a faccia. Nella puntata di SmackDown del 23 settembre Black Sin Cara interviene nel match fra Daniel Bryan e il vero Sin Cara, prendendo il posto di quest'ultimo e vincendo il match. Il 26 settembre, a Raw, ottiene una title shot per l'Intercontinental Championship in un 10 Men Battle Royal che viene vinta da Cody Rhodes, che conserva il titolo. Sin Cara viene eliminato da Daniel Bryan, dopo che il suo posto era stato preso dall'Impostor Sin Cara. A Hell in a Cell sconfigge Black Sin Cara. Il 7 ottobre, nella puntata di SmackDown successiva al PPV, viene sconfitto dal Campione WWE Alberto Del Rio per colpa di un attacco di Black Sin Cara. La loro rivalità termina in un Mask vs Mask match nella puntata di SmackDown del 21 ottobre, svoltasi a Città del Messico, dove il Sin Cara originale ha vinto, costringendo Black Sin Cara a smascherarsi.

Il 7 novembre, a Raw, viene annunciato che Sin Cara farà parte del Team Orton, composto dallo stesso Randy Orton, Sheamus, Mason Ryan e Kofi Kingston che andrà contro il Team Barrett, formato da Barrett, Christian, Cody Rhodes, Jack Swagger e Hunico nel tradizionale 5 vs 5 Elimination Tag Team Match di Survivor Series. Nella puntata di Raw precedente al PPV, perde un match di coppia insieme a Kofi Kingston contro Cody Rhodes e Hunico. Durante il PPV Survivor Series, Sin Cara si infortuna al tendine rotuleo dopo aver tentato una tecnica aerea. Dopo l'operazione al ginocchio (necessaria per il suo grave infortunio), dovrà stare fermo dai 6 ai 9 mesi per la riabilitazione.

Il 25 maggio a SmackDown viene annunciato in un promo, che Sin Cara tornerà sugli schermi la settimana successiva. Fa il suo ritorno a SmackDown, nella puntata andata in onda il 1º giugno, dove sconfigge Heath Slater con un nuovo costume tutto rosso. Batterà anche Drew McIntyre e Curt Hawkins per poi andare a No Way Out, dove sconfigge di nuovo il rivale di vecchia data, Hunico.

Nella puntata di Raw del 9 luglio, sconfigge Heath Slater qualificandosi per lo SmackDown Money In The Bank Ladder Match. A Money in the Bank non riesce a conquistare l'ambiziosa valigetta, la quale è stata vinta da Dolph Ziggler. Nella puntata di Raw numero 1000, Sin Cara vince un 6-man tag team match insieme a Rey Mysterio e Sheamus contro Dolph Ziggler, Alberto Del Rio e Chris Jericho.

Sin Cara con Rey Mysterio

Nella puntata di SmackDown prima di SummerSlam, fa coppia per la prima volta con Rey Mysterio, sconfiggendo Cody Rhodes e The Miz. A SmackDown, perde clamorosamente contro Heath Slater, a causa però all'intervento furbesco di Cody Rhodes che ha fatto girare la maschera al messicano facendogli in modo di non vedere più nulla. A Raw del 27 agosto sconfigge, in coppia con Brodus Clay, Damien Sandow e Cody Rhodes. In seguito Cody spiega su Twitter la ragione che lo ha spinto ad iniziare la sua feud con Sin Cara: la maschera. Infatti Rhodes vuole smascherare il lottatore messicano per far vedere che in realtà dietro alla maschera di Sin Cara si nasconde un viso brutto e meno affascinante del suo. Nella puntata di Smackdown! del 31 agosto, interviene in soccorso di Rey Mysterio, attaccando Cody Rhodes e umiliandolo mettendogli una propria maschera in testa. La settimana dopo, a Raw, Sin Cara fa di nuovo coppia con Mysterio, battendo Cody Rhodes e Tensai. A SmackDown, continua la loro imbattibilità, con i due mascherati che battono Rhodes e The Miz. A Night of Champions, non riesce a conquistare il titolo intercontinentale nel Fatal 4-Way Match fra lui, The Miz, Cody Rhodes e Rey Mysterio: infatti il match viene vinto da The Miz che schiena Cody Rhodes e rimane campione.

Team con Rey Mysterio; Feud con i Prime Time Players e i Rhodes Scolars: infortunio (2012 - 2013)[modifica | modifica sorgente]

Dopo questo match, formerà un team ufficiale con Mysterio, iniziando la scalata verso i titoli di coppia. Il 1º ottobre, a Raw, Mysterio e Cara sconfiggono Primo ed Epico, avanzando alle semifinali del torneo per decretare gli sfidanti di Kane e Daniel Bryan per i titoli di coppia a Hell in a Cell. A Raw dell'8 ottobre sconfiggono i Prime Time Players, avanzando così alla finale del torneo. Il 22 ottobre, nella finale a Raw, i messicani vengono sconfitti da Cody Rhodes e Damien Sandow. A Hell in a Cell, i due messicani combattono comunque, battendo i Prime Time Players.

La faida con i Prime Time Players continua, con vari scontri in coppia, in match a 6 uomini e in singolo. Alle Survivor Series, fa parte del Team Clay insieme a Brodus Clay, Rey Mysterio, Justin Gabriel e Tyson Kidd, battendo il Team formato da Tensai, i Prime Time Players, Epico e Primo. La sera dopo, Kane e Daniel Bryan affrontano Rey Mysterio e Sin Cara in un match non valido per le cinture, ma nel match interferiscono i Prime Time Players che fanno chiudere il match in una squalifica a favore dei campioni. A TLC, Mysterio e Cara non riescono a diventare i primi sfidanti alle corone di coppia, poiché perdono contro i Rhodes Scholars. Nella puntata live di SmackDown del 18 dicembre viene sconfitto da Damien Sandow e successivamente attaccato dai The Shield riportando inoltre un serio infortunio al ginocchio.

Ritorno; Feud con Curtis Axel, infortunio e abbandono (2013 - 2014)[modifica | modifica sorgente]

Ritorna il 27 gennaio alla Royal Rumble, prendendo parte al Royal Rumble Match con il numero 29 e venendo eliminato da Ryback. Nella puntata di Raw del 18 febbraio perde contro Mark Henry. A Main Event sconfigge Antonio Cesaro, mentre l'11 marzo, a Raw, viene sconfitto da Jack Swagger. Incomincia poi un feud contro Curtis Axel venendo però sconfitto. Da allora, non si è più visto negli show principali ma solo a Superstars NXT e Main Event dove ottiene molto spesso la vittoria, facendo di lui uno degli atleti più forti degli show minori. Durante la puntata di Raw del 19 agosto si infortuna al dito della mano lanciandosi fuori dal ring contro Alberto Del Rio. Ritorna in WWE a dicembre facendo vari match di poco conto, anche se il suo personaggio è, in realtà, interpretato da Hunico siccome si scopre che il "vero" Sin Cara è stato rilasciato dalla corte di Vince McMahon.

Federacion Universal Lucha Libre (2014 - presente)[modifica | modifica sorgente]

Dopo essere stato rilasciato dalla federazione di Vince McMahon, è stato annunciato che Sin Cara avrà il suo primo impegno "post-WWE" nella FULL (Federacion Universal Lucha Libre) il 5 aprile contro un lottatore non ancora annunciato.

Nel wrestling[modifica | modifica sorgente]

Mosse finali[modifica | modifica sorgente]

Mosse caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Soprannomi[modifica | modifica sorgente]

  • "The International Sensation" (WWE, come Sin Cara)
  • "El Principe de Oro y Plata" (CMLL, come Mìstico)

Musiche d'ingresso[modifica | modifica sorgente]

Condotta in pay-per-view[modifica | modifica sorgente]

2011

2012

2013

Titoli e riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Consejo Mundial de Lucha Libre

Festival Mundial de Lucha Libre

  • FMLL World Championship (1)

International Wrestling Revolution Group

  • IWRG Intercontinental Super Welterweight Championship (1)

New Japan Pro Wrestling

  • IWGP Junior Heavyweight Championship (1)

Universal Wrestling Entertainment

  • Trofeo Bicentenario (2010)

Pro Wrestling Illustrated

  • tra i 500 migliori wrestler singoli nella PWI 500 (2007)

World Wrestling Entertainment

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]