Harald II di Norvegia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Harald II Eriksson
Re Harald in Gunnhild incita i suoi figli di Christian Krogh (1899)
Re Harald in Gunnhild incita i suoi figli di Christian Krogh (1899)
Re di Norvegia
In carica 961-970
Predecessore Haakon "il Buono"

successore=Aroldo "Denteazzurro" (de iure)
Haakon Sigurdsson (de facto)

Morte Hals (Danimarca)
Dinastia Dinastia Bellachioma
Padre Erik "il Sanguinario"
Madre Gunnhild di Norvegia
Religione paganesimo norreno

Harald II Eriksson, detto Pellegrigia, Gråfell in norvegese (... – Hals, 976), fu re di Norvegia dal 960 ca. al 970 ca.

Figlio di Erik "il Sanguinario", quando quest'ultimo fu deposto dal fratellastro Haakon I, Araldo e i suoi fratelli fuggirono dal paese. Con l'aiuto dello zio, Aroldo "Denteazzurro" di Danimarca, sferrò una serie di attacchi contro Haakon, uccidendolo nel 961.

Fervente cristiano, Araldo governò in modo ingiusto, uccidendo nobili che si opponevano e bandendo il paganesimo. Fu ucciso nella battaglia contro Haakon Sigurdsson di Lade, suo successore de facto, appoggiato dal re Aroldo "Denteazzurro" di Danimarca, a cui passò la corona solo formalmente.

Predecessore Re di Norvegia Successore
Haakon I "il Buono" 961970 Aroldo "Denteazzurro" (de iure)
Haakon Sigurdsson (de facto)