Hans Huber

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hans Huber

Hans Huber (Eppenberg-Wöschnau, 28 giugno 1852Locarno, 25 dicembre 1921) è stato un compositore svizzero.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di un appassionato di musica, dimostrò sin da giovane un buon talento manifestato nei gruppi corali.

Ha studiato musica sotto la guida di Ernst Richter e Carl Heinrich Reinecke al Conservatorio di Lipsia dal 1870 al 1874.

Dal 1896 e fino alla sua morte, diresse il Conservatorio di Basilea.

Tra le sue opere principali, sono da annoverare le otto Sinfonie, delle quali la prima si è ispirata alla leggenda di Guglielmo Tell, la seconda ha preso spunto dalle opere di Böcklin, la terza è denominata Eroica, la quinta si chiama Der Geiger von Gmünd, la sesta è intitolata Ländliche, la settima Schweizerische Symphonie. Le sinfonie seguono lo stile di Brahms.

Ha scritto per il teatro varie opere, tra le quali: Kudrun, Florestean, Die Schöne Bellinda[1].

Sua figlia Elisabeth sposò il chirurgo Franz Merke[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ A. Della Corte, G.M. Gatti, Dizionario di musica, Paravia, 1956, p. 298.
  2. ^ Urs Boschung, Merke, Franz in Dizionario storico della Svizzera, 13 novembre 2008. URL consultato il 18 marzo 2014.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • A. Della Corte, G.M. Gatti, Dizionario di musica, Paravia, 1956.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 24796083 LCCN: no88001931