Gyromitra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Gyromitra
Giftlorchel.jpg
Gyromitra esculenta
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Fungi
Divisione Ascomycota
Sottodivisione Pezizomycotina
Classe Pezizomycetes
Ordine Pezizales
Famiglia Helvellaceae
Genere Gyromitra
Falsemorel.jpg

Gyromitra Fr., Summa vegetabilium Scandinaviae (Stockholm): 346 (1849).

Questo genere appartiene alla classe degli Ascomiceti ed annovera tre specie in Europa.

Descrizione del genere[modifica | modifica wikitesto]

Esemplare di G. infula

Corpo Fruttifero[modifica | modifica wikitesto]

Può raggiungere anche 20 cm di altezza.

Mitra[modifica | modifica wikitesto]

Cerebriforme (le introflessioni ricordano le circonvoluzioni di un "cervello") oppure a forma di lobi accartocciati.
Può presentare cavità al suo interno; la sua struttura ricorda in alcuni casi quella di una Morchella, mentre in altri quella di un'Helvella.

Gambo[modifica | modifica wikitesto]

Cavo anch'esso, di colore bianco e irregolarmente sinuoso.

Illustrazione

Carne[modifica | modifica wikitesto]

Omogenea.

Spore[modifica | modifica wikitesto]

Bianche in massa.

Habitat[modifica | modifica wikitesto]

Questo genere è primaverile e annovera specie terricole.

Commestibilità del genere[modifica | modifica wikitesto]

Mortale icona.png
MORTALE DA CRUDO! Essa è stata oggetto di numerose discussioni: attualmente è stata tolta dai mercati controllati a causa di alcune pericolose intossicazioni dovute alla sua ingestione da cruda o in pasti ravvicinati. Anche dopo la cottura, l'ingestione della specie in quantità elevate può risultare velenosa e pericolosa per la vita! (ha già causato la morte di molte persone). Per questo motivo è meglio non ingerire questo fungo né crudo, né cotto.

Un fungo pericoloso[modifica | modifica wikitesto]

Come già detto la specie più pericolosa e più conosciuta è la Gyromitra esculenta (mortale da cruda), che contiene un quantitativo elevato di "Gyromitrina", un pericoloso intermedio volatile dell'Idrazina. Il suo consumo causa ogni anno avvelenamenti molto seri, anche con esito mortale, in particolar modo se la stessa viene mangiata cruda oppure in più pasti a breve distanza di tempo.
Inoltre è stata dimostrata la sua tossicità da accumulo anche con esemplari ben cotti e perfino in quelli essiccati, dato che la Gyromitrina non svanisce mai completamente dal fungo.

Illustrazione

Specie di Gyromitra[modifica | modifica wikitesto]

La specie tipo è la Gyromitra esculenta (Pers.) Fr., altre specie incluse sono:

Illustrazione di G. infula

Confondibili con[modifica | modifica wikitesto]

A volte le specie di Gyromitra vengono pericolosamente confuse con alcune specie dei generi Helvella e Morchella, in particolare con Morchella rotunda o Morchella esculenta.

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Dal greco guròs (γυρός) = rotondo e mitra (μίτρα) = mitra, cioè mitra rotonda.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • La G. esculenta è detta volgarmente falsa spugnola per via della sua "mitra" rosso marroncina che a volte ricorda il favo di una Spugnola. La forma è però quella di una sorta di piccolo "cervello" con tanto di circonvoluzioni, piuttosto che un favo di Morchella. Anche la Gyromitra gigas può essere confusa da un raccoglitore inesperto con le spugnole commestibili.
  • Il consumo di G. esculenta ha causato un numero elevato di decessi in tutto il mondo, in maniera particolare in Nord America, ma anche in Nord Europa, dove le specie del genere Gyromitra sono maggiormente diffuse.
  • Significativa una frase pronunciata dal micologo francese Marcel Bon circa la commestibilità della G. esculenta:
    "Commestibile, spesso commercializzato, malgrado si manifestino occasionali incidenti mortali".

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

micologia Portale Micologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di micologia