Guglielmo di Modena

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Guglielmo di Modena
cardinale di Santa Romana Chiesa
Vilhelm av Sabinas sigill.jpg
Sigillo di Guglielmo di Modena
CardinalCoA PioM.svg
Titolo Cardinale Vescovo della Sede suburbicaria di Sabina
Nato ca. 1184
Consacrato vescovo 1221
Creato cardinale 28 maggio 1244 da papa Innocenzo IV
Deceduto 31 marzo 1251, Lione

Guglielmo di Modena, noto anche come Guglielmo di Sabina, Guglielmo di Chartreaux, Guglielmo di Savoia, Guillelmus (1184 circa – Lione, 31 marzo 1251), è stato un cardinale e vescovo cattolico italiano, vescovo di Modena dal 1221 al 1233 e nominato cardinale-vescovo di Sabina il 28 maggio 1244.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

La sua attività diplomatica fu frequente sotto i pontificati di Onorio III e Gregorio IX, con missioni in Livonia negli anni 1220 (creando la diocesi di Ösel-Wiek parte della Confederazione della Livonia nel 1228), in Prussia negli anni 1240 (creazione delle diocesi di Culm, di Pomesania, di Varmia e di Sambia nel 1243), in Norvegia dove incoronò il re Haakon IV (1247) e in Svezia dove partecipò al sinodo di Skänninge nel 1248 (organizzazione dei primi capitoli delle cattedrali, celibato dei preti).

Controllo di autorità VIAF: 100839675