Gran Premio motociclistico del Belgio 1949

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Belgio GP del Belgio 1949
GP della storia del Motomondiale
4ª prova su 6 del 1949
Spa 1950.jpg
Data 17 luglio 1949
Nome ufficiale 22° GP del Belgio
Circuito Circuito di Spa-Francorchamps
Percorso 14,512 km / 9,017 US mi
Circuito stradale
Risultati
Classe 500
4º GP nella storia della classe
Distanza 14 giri, totale 203,2 km
Pole position Giro più veloce
Italia Arciso Artesiani
Gilera in 5' 36,7"
media 155,2 km/h
Podio
1. Regno Unito William Doran
AJS
2. Italia Arciso Artesiani
Gilera
3. Italia Enrico Lorenzetti
Moto Guzzi
Classe 350
4º GP nella storia della classe
Distanza 11 giri, totale 159,6 km
Pole position Giro più veloce
Regno Unito [[Freddie Frith
Regno Unito Bob Foster]]
Velocette in 5' 57,0"
media 146,3 km/h
Podio
1. Regno Unito Freddie Frith
Velocette
2. Regno Unito Bob Foster
Velocette
3. Regno Unito John Lockett
Norton
Classe sidecar
2º GP nella storia della classe
Distanza 7 giri, totale 101,6 km
Pole position Giro più veloce
Svizzera Hans Haldemann
Norton in 7' 01,0"
media 124,1 km/h
Podio
1. Regno Unito Eric Oliver
Norton
2. Belgio Frans Vanderschrick
Norton
3. Italia Ernesto Merlo
Gilera

Il Gran Premio del Belgio corso il 17 luglio 1949 sul Circuito di Spa-Francorchamps, è la quarta gara del motomondiale 1949 e rappresenta la 22ª edizione del GP del Belgio.

Solamente 3 le classi in gara: sidecar, 350 e 500; non prendono invece parte alla gara le 125 e le 250. Tutte le gare si sono disputate domenica 17 luglio, una settimana dopo il TT di Assen.

Classe 500[modifica | modifica sorgente]

La gara della 500 è teatro di un appassionante arrivo al fotofinish con tre piloti in un solo secondo. È l'inglese Doran ad avere la meglio sui due italiani Artesiani e Lorenzetti.

Su 34 piloti presenti alla partenza ne vennero classificati 16; tra i ritirati il capofila precedente della classifica iridata Leslie Graham che, grazie ai risultati ottenuti, venne sopravanzato in classifica da Arciso Artesiani e da Nello Pagani, rispettivamente secondo (e ottenitore del punto riservato al giro più veloce in gara) e quinto al traguardo.

Arrivati al traguardo[modifica | modifica sorgente]

Pos. Pilota Moto Tempo Punti
1 Regno Unito William Doran AJS 1h 19' 56,0" 10
2 Italia Arciso Artesiani Gilera + 0' 00,2" 8+1[1]
3 Italia Enrico Lorenzetti Moto Guzzi + 0' 01,3" 7
4 Irlanda Artie Bell Norton + 0' 50,0" 6
5 Italia Nello Pagani Gilera + 1' 08,0" 5
6 Italia Gianni Leoni Moto Guzzi
7 Regno Unito Harold Daniell Norton
8 Australia George Morrison Norton
9 Nuova Zelanda Syd Jensen Triumph
10 Regno Unito Kenneth Bills Velocette
11 Regno Unito Arthur Wheeler Triumph
12 Italia Antonio Dalle Fusine Gilera
13 Belgio Albert Vertriest Triumph
14 Belgio Jules Tacheny Triumph
15 Regno Unito Oliver Scott Norton
16 Australia Harry Hinton Norton

Classe 350[modifica | modifica sorgente]

Nella 350cc vince per la quarta volta consecutiva (su quattro gare) l'inglese Freddie Frith, già diventato campione mondiale nella gara precedente. È lo stesso Frith a far segnare il giro più veloce della gara, uguagliando il tempo del suo compagno di squadra Bob Foster. Il punto iridato assegnato al detentore del record in gara viene così diviso fra i due, assegnando mezzo punto a testa.

A questa gara prende parte anche Eric Oliver (Velocette), vincitore della prova riservata ai Sidecar, che chiude in settima posizione.

Furono 18 i piloti giunti al traguardo.

Arrivati al traguardo (classifica parziale)[modifica | modifica sorgente]

Pos. Pilota Moto Tempo Punti
1 Regno Unito Freddie Frith Velocette 1h 06' 14,0" 10+0,5[1]
2 Regno Unito Bob Foster Velocette + 0' 16,0" 8+0,5[1]
3 Regno Unito John Lockett Norton + 0' 33,0" 7
4 Regno Unito Malcolm Whitworth Velocette + 1' 39,0" 6
5 Australia Eric McPherson AJS + 2' 09,0" 5
6 Irlanda Reg Armstrong AJS

Sidecar[modifica | modifica sorgente]

Nei sidecar, grazie alla seconda vittoria in due gare, diventa campione del mondo l'inglese Eric Oliver (su Norton) grazie anche al supporto del passeggero Denis Jenkinson che per tutta la gara tiene in posizione un tubo della benzina mal fissato.

La gara dei "tre ruote" è purtroppo funestata dalla morte dell'equipaggio Bruylant/Hurst (Norton) per un incidente alla curva Blanchimont il primo giro della gara. Il passeggero inglese muore sul colpo, il pilota belga qualche giorno dopo in ospedale.

Furono 9 gli equipaggi che tagliarono al traguardo.

Arrivati al traguardo (classifica parziale)[modifica | modifica sorgente]

Pos. Pilota Passeggero Moto Tempo Punti
1 Regno Unito Eric Oliver Regno Unito Denis Jenkinson Norton 0h 50' 07,0" 10+1[1]
2 Belgio Frans Vanderschrick Regno Unito Martin Whitney Norton + 0' 25,0" 8
3 Italia Ernesto Merlo Italia Aldo Veglio Gilera + 1' 33,0" 7
4 Svizzera Roland Benz Svizzera Max Hirzel BMW + 2' 04,0" 6
5 Regno Unito Pip Harris Regno Unito Neil Smith Norton + 2' 31,0" 5

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d Per il giro più veloce in corsa tra i piloti che avevano tagliato il traguardo

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Motomondiale - Stagione 1949
Flag of the Isle of Man.svg Flag of Switzerland (Pantone).svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Ulster banner.svg Flag of Italy.svg
  Fairytale up blue.png

Gran Premio motociclistico del Belgio
Altre edizioni
Edizione successiva:
1950