Tourist Trophy 1949

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Isola di Man Tourist Trophy 1949
GP della storia del Motomondiale
1ª prova su 6 del 1949
Isle of Man TT Course (OpenStreetMap).png
Data 13 giugno 1949
Nome ufficiale 31° Tourist Trophy
Circuito Snaefell Mountain Course
Percorso 60,723 km / 37,733 US mi
Circuito stradale ricavato dalla viabilità ordinaria
Note Le gare si disputarono sino al 17 giugno
Risultati
Classe 500
1º GP nella storia della classe
Distanza 7 giri, totale 425,1 km
Pole position Giro più veloce
Regno Unito Artie Bell Regno Unito Leslie Graham
Norton in 25'52 AJS in 25'31''
media 142,8 km/h
(nel giro 2 di 7)
Podio
1. Regno Unito Harold Daniell
Norton
2. Regno Unito Johnny Lockett
Norton
3. Irlanda Ernie Lyons
Velocette
Classe 350
1º GP nella storia della classe
Pole position Giro più veloce
Regno Unito Freddie Frith
Velocette in 26'52,71"
media 135,6 km/h
Podio
1. Regno Unito Freddie Frith
Velocette
2. Irlanda Ernie Lyons
Velocette
3. Regno Unito Artie Bell
Norton
Classe 250
1º GP nella storia della classe
Pole position Giro più veloce
Regno Unito Tommy Wood
Moto Guzzi in 28'08,9"
media 129,4 km/h
Podio
1. Irlanda Manliff Barrington
Moto Guzzi
2. Regno Unito Tommy Wood
Moto Guzzi
3. Regno Unito Roland Pike
Rudge

Il Tourist Trophy 1949 svoltosi nei giorni dal 13 al 17 giugno 1949 rappresenta la trentunesima edizione della corsa che si sviluppa su un circuito composta da strade aperte al traffico sull'Isola di Man, la cui prima edizione risale al 1907.

Contemporaneamente si tratta di un appuntamento storico per il motociclismo mondiale perché con questa corsa debutta il motomondiale appena istituito; si tratta infatti del primo Gran Premio di motociclismo ufficialmente valido per il titolo mondiale del 1949.

Il contesto[modifica | modifica wikitesto]

Alla riunione di Londra che a fine del 1948 aveva deciso la costituzione di questo nuovo campionato, era stato concordato che i gran premi sarebbero stati 6 e le classi in gara sarebbero state 5, ma in questo primo appuntamento la classe 125 e i sidecar non hanno gareggiato. Si vedranno in corsa dal successivo GP di Svizzera.

L'appuntamento del Tourist Trophy, come le edizioni successive sino al 1976, era valevole quale GP di Gran Bretagna e vide al via soprattutto piloti britannici alla guida di motociclette sempre britanniche, come Norton, Triumph, AJS e Velocette con la presenza di alcune case del continente come Moto Guzzi e Benelli.

C'è da rilevare anche che la prima gara del motomondiale fu contemporaneamente la prima prova in cui avvenne un incidente mortale che coinvolse Ben Drinkwater nella gara dello Junior TT.

Classe 500[modifica | modifica wikitesto]

Alle qualificazioni della corsa si presentarono 59 piloti e il miglior tempo (equivalente all'attuale pole position) fu ottenuto da Artie Bell su Norton in 25'52.0 ad una media di poco superiore ai 140 km/h.

La gara del Senior TT, la cui partenza fu data dal Duca di Edimburgo il 17 giugno, vide inizialmente portarsi al comando Leslie Graham su AJS, seguito da un compagno di marca e da una Moto Guzzi guidata da Bob Foster; nessuno dei tre riuscì però a portare a termine la gara senza contrattempi, con il primo che giungerà alla fine al decimo posto e gli inseguitori che non arriveranno a tagliare il traguardo.

La vittoria arrise così a Harold Daniell su Norton (che bissò il successo già ottenuto nel 1938) seguito dal compagno di marca John Lockett, entrambi piloti di casa, seguiti dall'irlandese Ernie Lyons su Velocette.

Il giro più veloce della corsa venne ottenuto dalla Moto Guzzi di Foster, ma il possibile punto in classifica relativo non gli venne assegnato poiché il pilota non terminò la gara. Tale punto venne così assegnato a Leslie Graham che, pur rallentato da un guasto, riuscì a tagliare il traguardo spingendo la moto in decima posizione.

In totale furono 35 i piloti che tagliarono il traguardo e tra quelli ritirati, oltre a Foster, vi furono Arthur Wheeler, Eric Oliver e Freddie Frith.

Arrivati al traguardo (classifica parziale)[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Moto Tempo Punti
1 Regno Unito Harold Daniell Norton 3h 02' 18.600 10
2 Regno Unito John Lockett Norton +1:33.8 8
3 Irlanda Ernie Lyons Velocette +3:03.4 7
4 Irlanda Artie Bell Norton +6:44.4 6
5 Nuova Zelanda Sid Jensen Triumph +8:14.4 5
6 Regno Unito Fred Stevens Triumph +8:42.6
7 Irlanda Reg Armstrong AJS +9:28.0
8 Regno Unito Bill Doran AJS +9:45.8
9 Australia Harry Hinton Norton +11:28.6
10 Regno Unito Leslie Graham AJS +11:49.3 1[1]
11 Regno Unito Philip Heath Norton +12:19.4
12 Regno Unito William Petch Triumph +13:32.6
13 Regno Unito Guy Newman Norton +13:51.0
14 Australia Eric Mcpherson AJS +14:04.6
15 Regno Unito Roy E. Evans AJS +14:20.8

Classe 350[modifica | modifica wikitesto]

La gara dello Junior TT che si è svolta il 13 giugno, dopo aver visto in testa nei primi giri Leslie Graham e Bill Duran su AJS che sono stati costretti al ritiro, vede al termine una doppietta della Velocette con Freddie Frith e Ernie Lyons con il vincitore che si aggiudicò anche il punto suppletivo del giro più veloce in gara.

Quella della 350 è stata la prima vera gara del Motomondiale ed è stata anche teatro della prima tragedia: la morte del trentanovenne inglese Ben Drinkwater (Norton) deceduto a causa di un incidente all'11º miglio.

Furono 75 i piloti che vennero classificati.

Arrivati al traguardo (classifica parziale)[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Moto Tempo Punti
1 Regno Unito Freddie Frith Velocette 3:10:26.0 10 +1[1]
2 Irlanda Ernie Lyons Velocette +42.0 8
3 Irlanda Artie Bell Norton +1:23.0 7
4 Regno Unito Harold Daniell Norton +1:26.2 6
5 Irlanda Reg Armstrong AJS +2:02.0 5
6 Regno Unito Bob Foster Velocette +2:09.2
7 Regno Unito Johnny Lockett Norton +2:19.2
8 Regno Unito Edward "Ted" Frend AJS +5:08.8
9 Regno Unito Eric Briggs Velocette +8:08.4
10 Regno Unito Tommy McEwan Velocette +8:51.0

Classe 250[modifica | modifica wikitesto]

La gara del Lightweight TT, diversamente dalle altre riservate alle cilindrate maggiori, vide la partenza dei concorrenti in gruppo e la vittoria di due Moto Guzzi, condotte rispettivamente da Manliff Barrington e da Tommy Wood, la cui gara venne facilitata anche dall'uscita di strada della Benelli condotta da Dario Ambrosini che si era rivelato l'avversario più ostico.

Anche il giro più veloce della corsa fu fatto segnare da una Moto Guzzi, quella condotta da Dickie Dale; come nel caso della Classe 500, il punto previsto non gli venne assegnato poiché non aveva tagliato il traguardo finale, venne invece assegnato a Tommy Wood.

Furono 13 i piloti classificati.

Arrivati al traguardo (classifica parziale)[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Moto Tempo Punti
1 Irlanda Manliff Barrington Moto Guzzi 3:23:13.2 10
2 Regno Unito Tommy Wood Moto Guzzi +12.6 8+1[1]
3 Regno Unito Roland Pike Rudge +14:29.4 7
4 Regno Unito Ronald Mead Mead-Norton +17:53.4 6
5 Danimarca Sven-Aage Sørensen Excelsior +19:58.8 5
6 Regno Unito Ernie Thomas Moto Guzzi +20:55.4
7 Regno Unito W. Pike Rudge +26:12.0
8 Regno Unito Len Bayliss LB Special +27:00.8
9 Regno Unito R. Edwards CTS +27:46.4
10 Regno Unito Ray Petty New Imperial +29:21.8

Altre categorie[modifica | modifica wikitesto]

Parallelamente alle gare valide per il Campionato del Mondo, si disputarono anche quattro prove di contorno con moto derivate dalla serie
Di seguito i vincitori:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Per il giro più veloce in corsa tra quelli che avevano tagliato il traguardo

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Motomondiale - Stagione 1949
Flag of the Isle of Man.svg Flag of Switzerland (Pantone).svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Ulster banner.svg Flag of Italy.svg
Fairytale up blue.png

Edizione precedente:
1948
Tourist Trophy
Altre edizioni
Edizione successiva:
1950