Gran Premio motociclistico di Svizzera 1949

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Svizzera GP di Svizzera 1949
GP della storia del Motomondiale
2ª prova su 6 del 1949
Circuit Bremgarten.png
Data 3 luglio 1949
Nome ufficiale 18° GP di Svizzera
Circuito Circuito di Bremgarten
Percorso 7,28 km / 4,52 US mi
Circuito semipermanente
Risultati
Classe 500
2º GP nella storia della classe
Distanza 28 giri, totale 203,8 km
Pole position Giro più veloce
Regno Unito Edward Frend Regno Unito Edward Frend
AJS in 3'00.1 AJS in 3' 00,8"
media 145,0 km/h
Podio
1. Regno Unito Leslie Graham
AJS
2. Italia Arciso Artesiani
Gilera
3. Regno Unito Harold Daniell
Norton
Classe 350
2º GP nella storia della classe
Distanza 21 giri, totale 152,9 km
Pole position Giro più veloce
Regno Unito Freddie Frith
Velocette in 3' 07,8"
media 139,6 km/h
Podio
1. Regno Unito Freddie Frith
Velocette
2. Regno Unito Leslie Graham
AJS
3. Regno Unito Bill Doran
AJS
Classe 250
2º GP nella storia della classe
Distanza 18 giri, totale 131,0 km
Pole position Giro più veloce
Regno Unito Fergus Anderson
Moto Guzzi in 3' 12,9"
media 135,9 km/h
Podio
1. Italia Bruno Ruffo
Moto Guzzi
2. Italia Dario Ambrosini
Benelli
3. Regno Unito Fergus Anderson
Moto Guzzi
Classe 125
1º GP nella storia della classe
Distanza 14 giri, totale 101,9 km
Pole position Giro più veloce
Italia Nello Pagani
FB Mondial in 3' 42,5"
media 117,8 km/h
Podio
1. Italia Nello Pagani
FB Mondial
2. Italia Renato Magi
Moto Morini
3. Italia Celeste Cavaciuti
FB Mondial
Classe sidecar
1º GP nella storia della classe
Pole position Giro più veloce
Regno Unito Eric Oliver
Norton in 3'35,7
Podio
1. Regno Unito Eric Oliver
Norton
2. Italia Ercole Frigerio
Gilera
3. Svizzera Hans Haldemann
Norton

Il Gran Premio di Svizzera corso il 2 e 3 luglio 1949 sul circuito di Bremgarten, rappresenta la seconda gara del motomondiale 1949 e contemporaneamente la seconda gara assoluta del motomondiale istituito proprio in quell'anno. Si trattava peraltro della 18ª edizione della competizione che si fregiava del nome di GP di Svizzera.

Le classi in gara erano 5: 125, 250, 350, 500 e sidecar. Per 125 e sidecar si tratta anche della gara inaugurale della stagione.

Le gare sono iniziate di sabato con la disputa della 250 e proseguite domenica con l'effettuazione delle altre prove.

Nella stessa giornata si è svolta anche la gara riservata alle monoposto che sarebbero poi diventate le Formula 1 dall'anno successivo, il Gran Premio di Svizzera, vinto dall'ex motociclista Alberto Ascari.

Classe 500[modifica | modifica sorgente]

Alla gara parteciparono 25 piloti con 14 che furono classificati al termine della corsa; tra i ritirati Edward Frend che aveva stabilito sia il giro più veloce in prova che il giro più veloce in corsa; non avendo però tagliato il traguardo il punto previsto in questo caso non gli venne assegnato e se lo aggiudicò Leslie Graham. Altri piloti che non vennero classificati furono Jean Behra (futuro pilota di Formula 1), Fergus Anderson, Artie Bell, Carlo Bandirola, Bruno Bertacchini e Dario Ambrosini.

Al termine di questa seconda prova del mondiale la classifica vedeva in testa Harold Daniell (vincitore del Tourist Trophy 1949) che precedeva Leslie Graham.

Arrivati al traguardo[modifica | modifica sorgente]

Pos. Pilota Moto Tempo Punti
1 Regno Unito Leslie Graham AJS 1h 26' 14,9" 10+1[1]
2 Italia Arciso Artesiani Gilera + 1' 21,9" 8
3 Regno Unito Harold Daniell Norton + 1' 32,0" 7
4 Italia Nello Pagani Gilera + 2' 15,0" 6
5 Nuova Zelanda Freddie Frith Velocette + 1 giro 5
6 Italia Gianni Leoni Moto Guzzi
7 Regno Unito Ken Bills Velocette
8 Svizzera Roger Richoz Norton
9 Svizzera Hans Kaufmann Gilera
10 Svizzera Georges Cordey Norton
11 Svizzera Benoit Musy Moto Guzzi
12 Regno Unito James William Beevers Norton
13 Ungheria Nandor Puhony Gilera
14 Ungheria Laszlo Szabo Gilera

Classe 350[modifica | modifica sorgente]

21 piloti all'arrivo.

Arrivati al traguardo[modifica | modifica sorgente]

Pos. Pilota Moto Tempo Punti
1 Regno Unito Freddie Frith Velocette 1h 07' 06,0" 10 +1[1]
2 Regno Unito Leslie Graham AJS + 0' 3,9" 8
3 Regno Unito William Doran AJS + 0' 4,1" 7
4 Regno Unito Reg Armstrong AJS + 0' 22,2" 6
5 Regno Unito Tommy Wood Velocette + 0' 30,8" 5
6 Irlanda Artie Bell Norton

Classe 250[modifica | modifica sorgente]

16 piloti alla partenza, 12 all'arrivo.

Arrivati al traguardo[modifica | modifica sorgente]

Pos. Pilota Moto Tempo Punti
1 Italia Bruno Ruffo Moto Guzzi 1h 00' 07,2" 10
2 Italia Dario Ambrosini Benelli + 0' 39,6" 8
3 Regno Unito Fergus Anderson Moto Guzzi + 0' 49,1" 7+1[1]
4 Italia Claudio Mastellari Moto Guzzi + 0' 49,3" 6
5 Svizzera Benoit Musy Moto Guzzi + 1' 18,6" 5
6 Regno Unito Tommy Wood Moto Guzzi

Classe 125[modifica | modifica sorgente]

17 piloti alla partenza, 15 all'arrivo.

Arrivati al traguardo[modifica | modifica sorgente]

Pos. Pilota Moto Tempo Punti
1 Italia Nello Pagani Mondial 0h 53' 12,4" 10+1[1]
2 Italia Renato Magi Moto Morini + 1' 53,7" 8
3 Italia Celeste Cavaciuti Mondial + 3' 17,0" 7
4 Italia Carlo Ubbiali MV Agusta + 3' 18,0" 6
5 Italia Umberto Masetti Moto Morini + 3' 18,6" 5
6 Italia Franco Bertoni MV Agusta

Sidecar 600[modifica | modifica sorgente]

16 equipaggi all'arrivo.

Arrivati al traguardo[modifica | modifica sorgente]

Pos. Pilota Passeggero Moto Tempo Punti
1 Regno Unito Eric Oliver Regno Unito Denis Jenkinson Norton 0h 58' 51,0" 10+1[1]
2 Italia Ercole Frigerio Italia Lorenzo Dobelli Gilera + 0' 49,6" 8
3 Svizzera Hans Haldemann Svizzera Herbert Läderach Norton + 0' 50,0" 7
4 Svizzera Jakob Keller Svizzera Ernst Brutschi Gilera + 2' 20,5" 6
5 Italia Albino Milani Italia Ezio Ricotti Gilera + 3' 06,7" 5

Giro più veloce in 3'35,7" alla media di 121,5 km/h

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e Per il giro più veloce in corsa tra quelli che avevano tagliato il traguardo

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Motomondiale - Stagione 1949
Flag of the Isle of Man.svg Flag of Switzerland (Pantone).svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Ulster banner.svg Flag of Italy.svg
  Fairytale up blue.png

Gran Premio motociclistico di Svizzera
Altre edizioni
Edizione successiva:
1950