Giuseppe Antonio Pujati

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giuseppe Antonio Pujati o Pujatti (Sacile, 28 maggio 1701Padova, 12 giugno 1760) è stato un medico italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Studiò a Venezia e poi all'Università di Padova, dove si laureò in filosofia e medicina a solo diciotto anni.

Tra i suoi maestri ci furono Giovanni Battista Morgagni, Antonio Vallisneri e Alessandro Knips Macoppe.

Dopo la laurea esercitò la professione medica a Venezia, in Dalmazia, a Polcenigo e a Pordenone(due città del nord d'Italia).

Nel 1737, dopo aver pubblicato il Decas variarum medicarum observationum che attirava molto nell'ambiente medico, ottenne il posto di primario medico a Feltre, dove rimase per 12 anni.

La sua fama di medico e il suo prestigio scientifico andò aumentando negli anni tanto che nel 1754 il Senato Veneto lo chiamò alla cattedra di Medicina Pratica Ordinaria dell'Università patavina, incarico che mantenne fino alla morte.

Egli, oltre di essere un medico, fu anche poeta e violinista.

La sua opera più importante, il De victu febricitantium dissertatio, gli diede fama europea.

Opere Principali[modifica | modifica sorgente]

  • Decas variarum medicarum observationum (Venezia, 1726).
  • De morbo Naroniano tractatus (Feltre, 1747).
  • Riflessioni sopra il vitto pitagorico (Feltre, 1751).
  • De victu febricitantium dissertatio (Padova, 1758).
  • Della preservazione della salute de' letterati e della gente applicata e sedentaria (Venezia, 1761; 1762; 1768;).

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Dellarole F.,: Medici a Pordenone
  • Nazzi G., (a cura di): Dizionario biografico friulano, Udine, 1992.
  • Pazzini A.,: Storia della Medicina II, Società Editrice Libraria, Milano 1947, p. 295.

Controllo di autorità VIAF: 57346724