Girolamo Fantini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Girolamo Fantini

Girolamo Fantini (Spoleto, 1600Firenze, 1675) è stato un trombettista e compositore italiano.

Girolamo Fantini è noto principalmente per il suo metodo Modo per imparare a sonare di tromba (1638), uno dei primi della storia e comunque di fondamentale importanza per la successiva evoluzione dello strumento.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Poche sono le notizie che riguardano la sua vita, giunte sino a noi.

Con certezza sappiamo che dall'aprile 1631 divenne Trombettista di Corte del Granduca di Toscana Ferdinando II de' Medici.

All'epoca il suonatore di tromba veniva definito "trombetta" (da qui deriva etimologicamente il termine "trombettista"), quindi Fantini era il "trombetta maggiore" del granduca.

Com'era usanza in quel tempo, questo impiego prevedeva parecchi spostamenti al seguito del proprio signore; infatti dopo il 1631 fu ripetutamente a Roma.

Nell'estate del 1634 Fantini si esibì nelle stanze del Cardinale Borghese, insieme a Girolamo Frescobaldi (all'epoca organista della Basilica di San Pietro a Roma), in uno storico concerto: questo fu infatti il primo nella storia per tromba e organo. Si dice che in quell'occasione Fantini suonò, con la sua tromba naturale, dei suoni al di fuori della serie armonica, cosa che impressionò parecchio gli spettatori.

Nel 1636 in occasione dell'incoronazione di Ferdinando III a imperatore del Sacro Romano Impero si recò in Germania, dove a Francoforte nel 1638 pubblicò il trattato Modo per Imparare a Sonare di Tromba, Tanto di Guerra Quanto Musicalmente in Organo, con Tromba Sordina, col Cimbalo e ogn'altro istrumento (dedicato a Ferdinando II).

In questo Metodo, Fantini si occupa marginalmente della tromba quale strumento di cavalleria, o per emettere segnali di guerra, come era stata intesa fino a quel momento, ma per la prima volta compone vere e proprie musiche espressamente dedicate allo strumento, quali balletti, ricercate, danze e sonate, spesso accompagnate dal basso (da eseguirsi con'organo).

Tale innovazione aprì la strada alla grande e luminosa tradizione della tromba barocca che ebbe il suo culmine nel XVIII secolo.

Fu chiamato per errore Giuliano da Paolo Bonolis in una domanda del quiz tira e molla, correlata a un'esilarante telefonata dei fratelli Antonio e Francesco Capone che il 1 aprile 1998 diedero luogo ad una surreale telefonata cercando d' indovinare appunto il cognome Fantini riuscendoci poi grazie agli aiuti del conduttore.

Lavori principali[modifica | modifica sorgente]

  • Aria "detta la Truxes"
  • Balletto "detto del Gauotti"
  • Balletto "detto il Lunati"
  • Balletto "detto la Squilletti"
  • Brando "detto del Bianchi"
  • Brando "detto l'Albizi"
  • Capriccio "detto del Carducci"
  • Corrente "detta del Riccardi"
  • Galliarda "detta del Strozzi"
  • Prima entrata imperiale
  • Ricercata n. 2 "detta del Acciaioli"
  • Ricercata n. 9 "detta del Castiglioni"
  • Rotta
  • Saltarello "detto del Naldi"
  • Sarabanda "detta del Zozzi"
  • Seconda entrata imperiale
  • Sonata per 2 trombe "Detta del Gucciardini"
  • Sonata per tromba e basso continuo "detta del Capponi"
  • Sonata per tromba e basso continuo "detta del Monte"
  • Sonata per tromba e basso continuo "detta del Panicalora"
  • Sonata imperiale I
  • Sonata imperiale II
  • 8 sonate per tromba e basso continuo:
    • Sonata per tromba e basso continuo n. 1 "detta del Colloreto"
    • Sonata per tromba e basso continuo n. 2 "detta del Gonzaga"
    • Sonata per tromba e basso continuo n. 3 "detta del Niccolini"
    • Sonata per tromba e basso continuo n. 4 "detta del Saracinelli"
    • Sonata per tromba e basso continuo n. 5 "detta dell'Adimari"
    • Sonata per tromba e basso continuo n. 6 "detta del Morone"
    • Sonata per tromba e basso continuo n. 7 "detta del Vitelli"
    • Sonata per tromba e basso continuo n. 8 "detta del Nero"

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Girolamo Fantini - Modo per imparare a sonare di Tromba - 1638 - UT-ORPHEUS Edizioni

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Gli strumenti musicali del Rinascimento, ¶ 6.1. La tromba Controllo di autorità VIAF: 106135167 LCCN: n82101855