Fossa delle Filippine

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La fossa delle Filippine (conosciuta anche come fossa di Mindanao) è una fossa oceanica situata nell'oceano Pacifico settentrionale.

Si allunga per circa 1.300 chilometri con direzione nord-sud, immediatamente ad oriente dell'arcipelago omonimo (isole di Samar e Mindanao) allungandosi fino all'isola indonesiana di Halmahera, segnando parte del confine geologico fra la placca delle Filippine e la placca euroasiatica; raggiunge una profondità massima di circa 10.540 metri (terza fossa più profonda al mondo) nell'abisso Galathea,[1] così chiamato dal nome della nave danese che la misurò nel 1951.

In precedenza, dei tentativi di misurazione erano stati eseguiti dall'equipaggio dell'imbarcazione tedesca Emden nel 1927 e dagli statunitensi della Cape Johnson nel 1945 (quando furono misurati 10.497 metri).

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Britannica online