Festa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Festa (disambigua).
Celebrazioni per il Capodanno a Sydney, in Australia.

Per festa o festività si intende la celebrazione nel giorno dell'anniversario[senza fonte] di un importante evento religioso o laico di uno Stato. Il calendario delle festività varia per ogni nazione.

Classificazione[modifica | modifica sorgente]

Oggigiorno, le festività che ricordano date di avvenimenti ben precisi (per esempio il ss. Natale, 1º maggio, 25 aprile) sono definite fisse; altre, che possono variare il proprio giorno di celebrazione, in corrispondenza di esigenze astronomiche, climatiche o lavorative sono chiamate mobili (per esempio la Pasqua).

Nel giorno della celebrazione, la maggior parte delle attività lavorative sul territorio nazionale vengono interrotte.

Esistono festività anche a carattere regionale o cittadino ( come per esempio le feste che si tengono per il patrono); in questo caso l'astensione dal lavoro sarà osservata solamente da quella determinata regione o zona territoriale.

Definizione[modifica | modifica sorgente]

  1. Ricorrenza religiosa o civile, solennizzata con il riposo, con riti e cerimonie; giornata non lavorativa, vacanza: la direzione ha concesso due giorni di f.; giorno in cui si festeggia una ricorrenza privata: oggi è la tua f., auguri!; giorno in cui si festeggia, con iniziative e manifestazioni varie, qlcu. o qlco.: f. della mamma; f. del vino || far f., fare vacanza | le f., serie consecutiva di giorni festivi: ci vediamo dopo le f. | f. fisse, solennità liturgiche che si festeggiano ogni anno in giorni fissi | f. mobili, la Pasqua e le f. ad essa collegate, che cadono ogni anno in periodi diversi | a f., per una festa; come nei giorni di festa: chiesa parata a f. | conciare qlcu. per le f., per antifrasi, ridurlo male
  2. Trattenimento pubblico o privato, per qualche ricorrenza o per divertimento: f. di compleanno, di laurea, di matrimonio || fig. guastare la f., rovinare la contentezza degli altri
  3. Manifestazione o occasione di allegria, di gioia, di esultanza: tutto il paese è in f. || far f., fare le f. a qlcu., accoglierlo in modo festoso; pop. detto specifico del cane || fig. far la f. a qualcuno, per antifrasi, ucciderlo, rovinarlo
  4. Diminutivo: festicciola

Etimologia[modifica | modifica sorgente]

Dal latino festum e dall’aggettivo sostantivo dies festus (giorno di festa), il termine indica “gioia pubblica, giubilo, baldoria”. Con la stessa valenza veniva utilizzato feri-ae come “astinenza dal lavoro in onore degli dèi”.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Le feste erano giorni destinati alla celebrazione di ricorrenze di carattere religioso in cui si manifestava la separazione tra «tempo sacro» e «tempo profano».

La loro frequente coincidenza con eventi astronomici o con momenti del ciclo agrario ne rivela il più antico significato rituale, di carattere magico.

Antica Grecia[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Festività nell'antica Grecia.

In Grecia, per esempio, i giorni del mese erano generalmente consacrati a qualche divinità o eroe (e gli ultimi tre ai morti e alle divinità sotterranee); la sospensione delle normali attività era prevista solo nel caso di determinate ricorrenze ufficiali cui si aggiungevano festività familiari come le Anfidromie o i matrimoni, le feste cultuali dei tiasi o quelle in onore di eroi capostipiti ecc.

Le feste potevano avere periodicità annuale o pluriennale; una stessa festa poteva avere celebrazioni distinte, di maggiore o minore solennità, nell'arco dello stesso anno (è il caso, per esempio, delle grandi e piccole Dionisie) o nell'intervallo pluriennale. Non erano previste feste mobili analoghe alle feriae conceptivae dei Romani.

Le celebrazioni comprendevano, come momenti salienti, la processione e il sacrificio, seguito da un banchetto, e in alcuni casi giochi e spettacoli (agōn); a queste manifestazioni si aggiungevano fiere che si tenevano soprattutto in occasione delle feste celebrate presso i maggiori santuari.

Alcune feste avevano carattere locale, mentre altre accomunavano più città; altre ancora erano dette panelleniche per il concorso di partecipanti e ambascerie da tutto il mondo greco (come le Olimpiadi e i giochi Istmici, Pitici, Nemei o i Giochi panellenici).

Nei VI e V secolo a.C. andò accentuandosi la grandiosità dell'apparato, e le feste furono anche espressione delle aspirazioni politiche delle città. A Sparta le feste principali erano le Gimnopedie, le Giacinzie e le Carnee; ad Atene le Panatenee, le Antesterie, le Grandi Dionisie, le Lenee, le Targelie, le Tesmoforie, le Apaturie (dal nome di alcune di esse derivò quello dei mesi); nel V secolo a.C. il calendario attico comprendeva un numero di feste equivalente a un terzo dei giorni dell'anno.

I giorni festivi nel mondo[modifica | modifica sorgente]

Italia[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Giorno festivo#Giorni festivi in Italia.

America latina[modifica | modifica sorgente]

Argentina[modifica | modifica sorgente]

  • 1 gennaio: Capodanno
  • 2 aprile: giorno commemorativo dell guerra delle Malvine
  • giovedì e venerdì santo
  • 1 maggio: giorno del lavoro e giorno della costituzione
  • 25 maggio: giorno della patria (primo governo)
  • 20 giugno: giorno della bandiera (día de la bandera)
  • 9 luglio: giorno dell'indipendenza (Proclamación de la Independencia)
  • 17 agosto: morte del generale San Martín (Muerte del General José de San Martín)
  • 12 ottobre: Scoperta dell'America (Día de la Raza)
  • 8 dicembre: Immacolata (Inmaculada Concepción)
  • 25 dicembre: Natale (Navidad)

Brasile[modifica | modifica sorgente]

  • 1º gennaio Capodanno
  • 20 gennaio: San Sebastiano, patrono di Rio de Janeiro (Rio de Janeiro solamente).
  • 25 gennaio: Fondazione di São Paulo (São Paulo solamente)
  • (data mobile): Carnavale e i tre giorni che lo precedono Martedì prima della quaresima
  • (date mobile): Venerdì Santo
  • 21 aprile: morte di Tiradentes
  • 1 maggio: Festa del lavoro
  • (data mobile): Corpus Christi
  • 7 settembre: Festa dell'Indipendenza
  • 12 ottobre: Madonna dell'Apparizione
  • 2 novembre: Giorno dei morti
  • 15 novembre: Proclamazione della Repubblica
  • 24-25 dicembre: Natale
  • 31 dicembre: Ultimo dell'anno (mezza giornata).

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

festività Portale Festività: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di festività