Fasti (Ovidio)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Statua ritraente Ovidio

I Fasti costituiscono una delle opere più celebri, ma anche di più difficile comprensione, di Ovidio.

Con essa l'autore si era proposto di indagare e rivisitare tutti i riti, le festività e le consuetudini, tipiche del costume e dell'uomo romano, che, al suo tempo, si praticavano senza ormai conoscerne l'esatta origine o valenza.

L'opera, scritta molto probabilmente per aderire alla moralizzante propaganda tipica dell'età augustea, fu progettata in un totale di 12 libri. Se ne sono conservati solamente 6: questo fatto si spiega con la famosa "relegatio" (esilio che non comportava la perdita dei beni né tantomeno dei diritti civili) che colpì Ovidio e che non gli permise di terminarla.

Ogni libro tratta di un preciso mese e così sono note le feste e i riti sacri da gennaio a giugno. Il primo libro doveva presentare una dedica ad Augusto. Quest'ultima, ora spostata al secondo libro, è stata sostituita (verosimilmente nell'esilio di Tomi, l'attuale Costanza, in Romania) con una al nipotastro di Ottaviano stesso, Germanico.

Altri studiosi ritengono invece che ogni singolo libro contenesse originariamente una dedica ad Augusto (ma mai Ovidio si sarebbe abbassato ad una così evidente e mera adulazione), mentre alla fine Nasone avrebbe solamente lasciato quelle del primo e del secondo. Quest'ipotesi non va per la maggiore.

Un'annotazione è da farsi riguardo al metro utilizzato in quest'opera, il distico elegiaco (unione di esametro e pentametro), una scelta che favorisce la cantabilità, la scansione del ragionamento e "alleggerisce" la pesante e importante materia trattata.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

  • I Fasti di P. Ovidio Nasone; tradotti in terza rima dal testo Latino ripurgato ed illustrato con note dal dottor Giambattista Bianchi da Siena, Venezia: Nella stamperia Rosa, 1811 (on-line)
  • Traduzione in inglese dei Fasti