Fallulah

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fallulah
Fallulah allo “Spot pop music festival”, Århus, Danimarca, maggio 2010.
Fallulah allo “Spot pop music festival”, Århus, Danimarca, maggio 2010.
Nazionalità Danimarca Danimarca
Genere Pop
Indie rock
Periodo di attività 2009 – in attività
Etichetta RCA, SME Denmark
Album pubblicati 1
Studio 1
Live 0
Raccolte 0
Sito web

Fallulah, nome d'arte di Maria Apetri (Copenaghen, 6 febbraio 1985), è una cantautrice danese con origini rumene.[1][2][3][4][5]

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Primi anni di vita[modifica | modifica sorgente]

Fallulah è cresciuta a Tårnby, sull’isola di Amager, nella periferia sud di Copenaghen. La madre danese, Lillian Apetri e il padre rumeno Nicolae Apetri, sono stati gli iniziatori del gruppo di ballo folk balcanico “Crihalma”. Pertanto Fallulah ha trascorso gran parte della sua infanzia a danzare in tour nei Balcani e nell’Europa Orientale. Questa attività è cessata quando ha perso il padre all'età di nove anni. Successivamente si trasferisce a Jyderup, nel nord-ovest dello Sjælland, dove Fallulah ha continuato con la danza. A 21 anni si è trasferita a New York, per iniziare un corso al Broadway Dance Center, ma poi è tornata in Danimarca per concentrarsi sulla musica.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

È conosciuta per il suo singolo di debutto I Lay My Head che ha anticipato l’album The Black Cat Neighbourhood. Il 30 ottobre 2009, ha pubblicato il brano principale per il film danese “Simon e Malou”, intitolato "No Time for Love", scritta da Bryan Adams e Gretchen Peters sotto il nome di Maria Apetri.[6] Il suo singolo Bridges è stato classificato da P3 DR come il singolo danese più riprodotto nel 2010, e il 15 gennaio 2011, Fallulah ha vinto il prestigioso premio "P3 Guld". All'inizio del 2011, Fallulah ha ottenuto un altro grande successo con la canzone Out of It, che è stato usata come intro per la commedia drammatica "Lykke" sulla televisione nazionale danese. Per molte settimane la canzone è stata alla numero uno dei download sull’iTunes danese.

Genere musicale[modifica | modifica sorgente]

La musica di Fallulah può essere rappresentata dal genere pop, ma secondo le sue stesse dichiarazioni è un mix di Indie rock e beat balcanici, che aggiunge un pizzico di folklore alla sua produzione. Fallulah è stata paragonata a Florence & The Machine, Adele, Marina and the Diamonds e ai Bat for Lashes.[7]

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Fallulah allo “Stockholms Kulturfestival”, 2010

Album[modifica | modifica sorgente]

Singoli[8][modifica | modifica sorgente]

  • 2009I Lay My Head
  • 2010Bridges
  • 2010Give Us a Little Love
  • 2010Out of It

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Anne Mette Hancock, Fallulah and the black cats, aOK.dk. URL consultato il 24 maggio 2010.
  2. ^ A new and unusual cat in the flock, 24 Timer. URL consultato il 24 maggio 2010.
  3. ^ (DA) Emil Svendsen, Fallulah — Husk navnet (Fallulah — remember the name) in Urban Puls, 3 febbraio 2010. URL consultato il 24 maggio 2010.
  4. ^ Pernille Jensen, Fallulah - something big in store, SOUNDVENUE. URL consultato il 24 maggio 2010.
  5. ^ Anna Møller, Fallulah, 11:03:10, Lille Vega, Copenhagen, Undertoner. URL consultato il 24 maggio 2010.
  6. ^ bryan adams
  7. ^ Fallulah, Roskilde Festival. URL consultato il 24 maggio 2010.
  8. ^ iTunes - Music - Fallulah, iTunes Store Denmark, Apple Inc.. URL consultato il 14/10/2011.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 231024039