Emilio Rosini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Emilio Maria Pacifico Rosini (Falconara Marittima, 1º marzo 1922Venezia, 5 ottobre 2010) è stato un avvocato, politico e docente italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Emilio Rosini ha ottenuto la laurea in Giurisprudenza all'Università di Bari.[1]

Dal 1951 al 1965 ha presieduto la carica di consigliere del Comune di Padova,[1] e dal 1953 al 1959 ha svolto le mansioni di deputato.[1]

Nel 1966 viene radiato dal Partito Comunista per indisciplina.[1]

Nel 1968 ha insegnato "Scienza delle Finanze e Diritto Fiananziario" all'Università di Urbino.[1]

Nel 1975 presiede la carica di consigliere del Tribunale Amministrativo Regionale (TAR) del Veneto,[1] di cui diventerà presidente nel 1986.[1] Nel 1980 è stato Consigliere di Stato.[1] Nel 1992 ha poi assunto il ruolo di presidente Onorario del Consiglio di Stato.[1]

Dal 1993 al 1997 è stato vicesindaco di Venezia.[2]

È stato inoltre presidente onorario dell'Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti (UAAR).[1]

Opere[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e f g h i j Home page | Emilio Rosini
  2. ^ Emilio Rosini (1922-2010) - UAAR Ultimissime

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]