Emilio Ostinelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Emilio Ostinelli
Informazioni personali
Arbitro di Football pictogram.svg Calcio
Nome Emilio Ostinelli
Sezione Como
Professione consulente
Altezza 187
Peso 83
Attività nazionale
Anni Campionato Ruolo
2003 - 2007
2007 - 2010
2010 - 2014
Serie D
Serie C1 e C2
Serie B
Arbitro
Arbitro
Arbitro

Emilio Ostinelli (Como, 19 luglio 1979) è un arbitro di calcio italiano.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Figlio dell'ex deputato leghista Gabriele Ostinelli,[1] Emilio è arbitro effettivo dal 1996, e appartiene alla sezione AIA di Como, sua città natale.

Dopo il classico iter nelle categorie inferiori, viene promosso in C.A.N. C nell'estate del 2007. In tale categoria colleziona tre anni di permanenza e nel luglio del 2010 ottiene il passaggio alla C.A.N. B dirigendo, fra le altre, il 13 giugno, la finale di ritorno dei playoff di Prima Divisone Pescara-Verona.

Modena-Piacenza disputatasi il 22 agosto 2010 rappresenta il suo esordio in serie B. Nei mesi successivi riesce a guadagnarsi l'esordio in Serie A: il 6 marzo 2011 è infatti chiamato a dirigere Bologna-Cagliari, allo stadio Dall'Ara.[2]

Può vantare nel suo palmarès anche alcune esperienze all'estero. Nell'agosto 2010 è stato designato per la Manchester United Premier Cup, insieme al collega Davide Massa di Imperia.[3]

Al termine della stagione sportiva 2013-2014, vanta in totale 6 presenze in serie A e 72 presenze in Serie B, tra cui la semifinale playoff di andata per l'accesso in serie A tra Sampdoria e Sassuolo.

Il 2 luglio 2014 viene resa nota la sua dismissione dalla CAN B per limiti di permanenza nel ruolo.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Emilio Ostinelli torna in serie A e domenica "fischia" a Bergamo, CiaoComo.it, 23 settembre 2011. URL consultato il 10 aprile 2012.
  2. ^ Ostinelli, che bel salto Domenica arbitra in A - Sport - La Provincia di Como - Notizie di Como e Provincia
  3. ^ Designazione Manchester United Premier Cup

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]