Distretto di Rotorua

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Distretto di Rotorua
autorità territoriale
Rotorua District Council
Localizzazione
Stato Nuova Zelanda Nuova Zelanda
Regione Waikato
Bay of Plenty
Amministrazione
Capoluogo Rotorua
Territorio
Coordinate
del capoluogo
38°08′16″S 176°15′05″E / 38.137778°S 176.251389°E-38.137778; 176.251389 (Distretto di Rotorua)Coordinate: 38°08′16″S 176°15′05″E / 38.137778°S 176.251389°E-38.137778; 176.251389 (Distretto di Rotorua)
Superficie 2 617 km²
Abitanti 67 600 (2006)
Densità 25,83 ab./km²
Altre informazioni
Fuso orario UTC+12
Cartografia
Sito istituzionale

Il distretto di Rotorua è un'autorità territoriale della Nuova Zelanda che si trova entro i confini delle regioni di Waikato e Bay of Plenty, nell'Isola del Nord. La sede del Consiglio distrettuale è situata nella città di Rotorua.

Rotorua è la maggiore città del distretto, con 53.000 abitanti dei quali oltre il 30% di etnia Maori; è situata nella regione di Bay of Plenty, 60 chilometri a sud di Tauranga, 100 chilometri a sudest di Hamilton e 80 chilometri a nordest di Taupo. La città è molto popolare per le attività legate alla geotermia, sia per quanto riguarda le strutture termali sia i geyser (il più famoso è il Pohutu geyser, che arriva fino a 20 metri d'altezza).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il Museo di Rotorua oggi...

Il nome Rotorua deriva da un'espressione maori: Te Rotorua-nui-a-Kahumatamomoe; in quella lingua, solitamente roto significa lago, mentre rua è il numero "2", quindi "Rotorua" sarebbe il "secondo lago". Kahumatamomoe era lo zio di un capo tribù maori, Ihenga. In pratica, il capo tribù volle dedicare allo zio il secondo lago da lui scoperto, il maggiore di una numerosa serie di laghi presenti nella zona.

A metà del XIX secolo, durante le cosiddette Guerre Maori, le rive del lago furono terreno di aspri scontri fra queste popolazioni e l'esercito britannico. Nel 1880 venne creato un "distretto speciale", con capoluogo Rotorua, per sfruttarne le potenzialità termali. Con la costruzione della ferrovia nel 1894 la città cominciò un rapidissimo sviluppo, grazie soprattutto al turismo proveniente dalla regione di Auckland.

Rotorua ai giorni nostri[modifica | modifica wikitesto]

...e in una foto del 1913, quando era un edificio termale

L'attività termale è al centro del turismo che affolla le strade della città. Nei pressi della città si trovano stabilimenti termali, geyser e un intero villaggio (Te Wairoa) sepolto da una grande eruzione vulcanica del passato.

Oltre a questo nei dintorni della città ci sono anche alcune pozze di fango caldo, che a scadenze più o meno regolari eruttano. Tutto questo, se da un lato ha portato un grande turismo nella regione, ha anche fatto nascere un soprannome ironico con cui la città è conosciuta fra le comunità vicine: Rottenrua, un gioco di parole in inglese col significato della parola "rotten", cioè "marcio", dovuto all'odore pungente di zolfo che ristagna spesso nell'aria della città.

A Rotorua si trovano anche alcuni edifici storici dell'epoca coloniale. La città è poi molto popolare fra gli appassionati di mountain bike, che nelle foreste vicine hanno una gran quantità di percorsi loro dedicati. Nel mese di agosto del 2006 Rotorua ha ospitato i Campionati del mondo di mountain bike, organizzati dall'UCI.

Attività[modifica | modifica wikitesto]

Lady Knox Geyser

La città di Rotorua offre diversi tipi di attività. Il suo lago offre la possibilità di gite in barca, la possibilità di voli con idrovolante o in elicottero sino al vulcano attivo di White Island a pochi chilometri di distanza dalla costa. Procedendo lungo la SH30, in direzione di Whakatane si raggiunge una zona geotermale The Hell's Gate visitabile con all'interno un centro benessere. Lungo la SH5 direzione Hamilton si raggiunge un centro ornitologico, il Rainbow Springs Nature Park & Kiwi Encounter dove giornalmente vengono organizzate visite al centro di raccolta e primo soccorso dei Kiwi. L'attività si conclude, dopo aver visitato i laboratori, in una grande stanza dove è stato riprodotto l'habitat ideale per la vita dei kiwi e dove il ciclo giorno notte è stato invertito per dar modo al visitatore di vedere questo uccello non volatore. Proseguendo ancora in direzione Hamilton sulla SH5 si può visitare un'immensa fattoria, Agrodome Leisure Park dove vengono effettuate dimostrazioni di tosatura delle pecore di ogni razza. Si può ammirare anche l'abilità dei cani pastore nel radunare le mandrie di ovini e fare un giro su di un rimorchio trainato da un trattore alla scoperta della fattoria e di tutti gli animali che la abitano. Vi è anche una coltivazione di kiwi dal quale si ottengono creme di bellezza, succhi di frutta ed una sorta di vino molto acido. Appena prima dell'ingresso ad Agrodome si scorge lo ZORB. Lungo una discesa più o meno tortuosa vengono fatti rotolare giù dei palloni in plastica con all'interno i turisti più temerari. Infine, a pochi chilometri da Rotorua, lungo la SH5 direzione Taupo, si incontra il Wai-O-Tapu Thermal Wonderland, una zona geotermale dove si può assistere tutte le mattine alle 10.30 in punto all'eruzione del Lady Knox Geyser. Lungo il percorso che attraversa l'area geotermale si incrociano piccole sorgenti sulfuree, la Champagne pool e altri fenomeni che hanno segnato il territorio.

Criminalità[modifica | modifica wikitesto]

Downtown Rotorua, Lake Rotorua, and Mokoia Island.

Per molti anni Rotorua è stata afflitta dal grave problema delle gang malavitose [1][2], dove gli opposti gruppi criminali (composti in gran parte di giovani Maori) si davano battaglia per le strade della città. Sotto questo aspetto Rotorua è seconda, in Nuova Zelanda, solo alla parte meridionale dell'area metropolitana di Auckland, anche se questo aspetto è spesso invisibile al turista: le forze dell'ordine tendono a scoraggiare in ogni modo le attività che possano interferire col turismo, la maggior fonte di reddito per l'intera regione.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gang shackles define life on the Ford Block - New Zealand Herald, Tuesday 25 July 2006
  2. ^ Police seize Mongrel Mob arms cache - New Zealand Herald, Friday 10 March 2006

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]