Dilettante

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il termine dilettante indica, in senso lato, chi svolge un'attività per diletto e senza scopo di lucro oppure senza una specifica competenza (con quest'ultimo significato è a volte usato in senso dispregiativo).

Molti programmatori amatoriali hanno dato preziosi contributi nel campo della programmazione informatica attraverso il movimento l’open source, il teatro amatoriale ha dato e dà contributi di altissimo livello. Astronomia, storia, linguistica e le scienze naturali, sono alcune delle discipline tra le miriadi di campi che beneficano delle attività dei dilettanti. Charles Darwin e Gregor Mendel erano scienziati dilettanti. William Shakespeare e Leonardo da Vinci sono considerati artisti dilettanti e autodidatti nei loro campi di studio. La radioastronomia è stata fondata da Grote Reber, un radioamatore, la radio stessa fu inventata da Guglielmo Marconi che altri non era che un elettricista dilettante. Pierre de Fermat è stato un matematico influente la cui primaria vocazione era l’avvocatura. La famosa pianista Maria Agata Szymanowskaera è considerata una musicista di formazione amatoriale.

Dilettantismo sportivo[modifica | modifica wikitesto]

Viene usato anche in ambito sportivo per indicare l'atleta che gareggia in uno sport a titolo gratuito (non sport professionistico), o al massimo ricevendo un rimborso spese. Fino ad alcuni decenni fa la partecipazione ai Giochi olimpici era riservata unicamente ai dilettanti: i professionisti erano esclusi.

Oggi vigono in materia regolamenti diversi per i vari sport. Alcuni esempi:

  • Nel calcio e nella pallacanestro il professionismo è ammesso, anche se limitato agli atleti delle società che partecipano ai campionati delle categorie più alte (nel calcio, in Italia, le serie A, B, Lega Pro ).
  • Nel golf vi sono gare riservate ai dilettanti e gare aperte ai professionisti (Open). I dilettanti possono partecipare a queste ultime, ma sono esclusi dai premi in denaro.
  • Nel pugilato vi sono federazioni sportive separate che regolano l'attività professionistica e quella dilettantistica.

Guarda anche[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]