Charles Butler McVay III

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'allora comandante McVay parla ai corrispondenti di guerra della perdita dell'USS Indianapolis

Charles Butler III McVay (Ephrata, 30 luglio 1898Litchfield, 6 novembre 1968) è stato un ammiraglio statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

L'ammiraglio McVay è noto essenzialmente per essere stato il comandante dell'incrociatore USS Indianapolis, la nave che trasportò la prima bomba atomica della storia a Tinian, venendo affondato nel viaggio di ritorno verso Leyte.

A causa dell'evento, e dei tardivi soccorsi, 880 marinai dell'equipaggio morirono, e McVay fu scelto come capro espiatorio da parte della US Navy[1], morendo suicida e venendo riabilitato solo nell'ottobre 2000 dal Congresso statunitense.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dan Kurzman, Viaggio fatale, tradotto da Roberto Agostini, Piemme, 2001, ISBN 88-384-6907-5.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]