Callitropsis nootkatensis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Cipresso di Nootka
Cupressus nootkatensis 5879.JPG
Callitropsis nootkatensis
Parco nazionale di Mount Rainier
Stato di conservazione
Status iucn2.3 LC it.svg
Basso rischio (lc)[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Sottoregno Tracheobionta
Superdivisione Spermatophyta
Divisione Pinophyta
Classe Pinopsida
Ordine Pinales
Famiglia Cupressaceae
Genere Callitropsis
Specie C. nootkatensis
Nomenclatura binomiale
Callitropsis nootkatensis
(D.Don) Oerst., 1864
Sinonimi

Cupressus nootkatensis
D.Don, 1824
Chamaecyparis nootkatensis
(D.Don) Spach, 1841
Xanthocyparis nootkatensis
(D.Don) Farjon & Harder, 2002

Il cipresso di Nootka (Callitropsis nootkatensis (D.Don) Oerst., 1864) è un albero della famiglia Cupressaceae originario del Nord America. Il suo nome è un riferimento all'isola di Nootka (Canada) ove questa specie fu inizialmente scoperta.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

La specie è originaria della costa occidentale dell'America del Nord, dall'Alaska a nord sino alla California al sud.

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

Questo taxon fu descritto nel 1824 dal botanico scozzese David Don (1799-1841) e originariamente attribuito al genere Cupressus (Cupressus nootkatensis). In seguito ne fu proposto lo spostamento al genere Chamaecyparis sulla base della somiglianza delle sue foglie a quelle di altre specie di questo genere. Tuttavia la struttura e la fenologia dei coni ricordano molto quelle del genere Cupressus e tale somiglianza ebbe il supporto di alcuni studi genetici che suggerirono la re-attribuzione a tale genere[2].
Più recentemente Farjon et al. (2002) hanno proposto il trasferimento di questa entità al nuovo genere Xanthocyparis, congiuntamente al cipresso vietnamita Xanthocyparis vietnamensis; tra le due specie esiste infatti più di un punto di somiglianza, più di quanti non ce ne fossero con altre specie di Chamaecyparis o di Cupressus.[3]
La controversia nomenclaturale si è ulteriormente complicata in seguito al lavoro di Little et al. (2004), i quali, pur avendo confermato la parentela tra le due specie suddette, hanno sottolineato l'esistenza di una precedente denominazione come Callitropsis nootkatensis (D.Don) Oerst., pubblicata nel 1864 ma ignorata dai successivi autori. Pertanto secondo le regole del Codice Internazionale di Nomenclatura Botanica Callitropsis ha la precedenza su Xanthocyparis che diventerebbe un mero sinonimo del primo.[4]. A complicare ulteriormente le cose giunge la proposta di alcuni autori[5] di considerare Xanthocyparis un nomen conservandum, ma sinché la Società Internazionale di Botanica non si pronuncierà sull'argomento (cosa che dovrebbe avvenire all'International Botanical Congress del 2011) la denominazione corretta resta Callitropsis nootkatensis.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Conifer Specialist Group 1998, Xanthocyparis nootkatensis in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.
  2. ^ Gadek P.A., Alpers D.L., Heslewood M.M. & Quinn C.J, Relationships within Cupressaceae sensu lato: a combined morphological and molecular approach in American Journal of Botany 2000; 87: 1044-1057.
  3. ^ Farjon A., Hiep N.T., Harder D.K., Loc P.K. & Averyanov L, A new genus and species in the Cupressaceae (Coniferales) from northern Vietnam, Xanthocyparis vietnamensis in Novon 2002; 12: 179-189.
  4. ^ Little D.P., Schwarzbach A.E., Adams R.P. & Hsieh Chang-Fu, The circumscription and phylogenetic relationships of Callitropsis and the newly described genus Xanthocyparis (Cupressaceae) in American Journal of Botany 2004; 91(11): 1872-1881.
  5. ^ Mill R.R. and Farjon A, Proposal to conserve the name Xanthocyparis against Callitropsis Oerst. (Cupressaceeae) in Taxon; 2006: 55(1): 229-231.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica