Brandon Carter

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il wrestler statunitense, vedi Brandon Carter (wrestler).
Brandon Carter

Brandon Carter (1942) è un fisico australiano. È noto soprattutto per i suoi studi sulle proprietà dei buchi neri e per aver inventato il nome di Principio antropico, dandone una prima definizione e facendone uso. Carter ha studiato a Cambridge con Dennis Sciama e oggi è un ricercatore del CNRS, che lavora nel laboratorio di Meudon del LUTH ("Laboratoire Univers et Théories").

Carter ha dato importanti contributi alla relatività generale. Ha trovato la soluzione esatta per le linee geodetiche della soluzione di "vuoto elettrico" di Kerr-Newman e l'estensione analitica massimale di questa soluzione. Nel corso di questi studi ha scoperto l'esistenza di una quarta costante del moto, la "costante di Carter", e il "tensore di Killing-Yano". Insieme a Werner Israel e Stephen Hawking Carter ha dimostrato il teorema dell'essenzialità della relatività generale, secondo cui ogni buco nero stazionario è completamente caratterizzato da massa, carica elettrica e momento angolare. Recentemente Carter, Chachoua, and Chamel (2005) hanno formulato una teoria relativistica delle deformazioni elastiche nelle stelle di neutroni.

Riferimenti[modifica | modifica sorgente]

  • Carter, B., Global structure of the Kerr family of gravitational fields in Phys. Rev., vol. 174, 1968, pp. 1559–1571, DOI:10.1103/PhysRev.174.1559.
  • Carter, B., An axisymmetric black hole has only two degrees of freedom in Phys. Rev. Lett., vol. 26, 1970, pp. 331–333, DOI:10.1103/PhysRevLett.26.331.
  • Carter, B.; & Hartle, J. B. (Editors), Gravitation in astrophysics, Cargese, 1986, New York, Plenum Press, 1987, ISBN 0-306-42590-4.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 51750428 LCCN: n86011788