Blessed Are the Sick

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Blessed Are the Sick
Artista Morbid Angel
Tipo album Studio
Pubblicazione 5 luglio 1991
Durata 39 min : 33 s
Dischi 1
Tracce 13
Genere Death metal
Etichetta Earache Records
Produttore Tom Morris
Registrazione 1991
Morbid Angel - cronologia
Album precedente
(1989)
Album successivo
(1993)

Blessed Are the Sick è il secondo album ufficiale del gruppo death metal Morbid Angel. Lo sviluppo delle canzoni è più lento rispetto al disco precedente. Pur contenendo riff molto veloci, infatti, l'album rivela un sound più profondo e, per certi versi, paragonabile al doom, e riferimenti alla musica classica (il songwriter principale, Trey Azagthoth, dedicò il disco a Mozart, da lui ritenuto una delle sue più grandi fonti di ispirazione).

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Intro - 1:27 - (Trey Azagthoth, David Vincent)
  2. Fall from Grace - 5:13 - (Azagthoth, Vincent)
  3. Brainstorm - 2:34 - (Azagthoth, Vincent)
  4. Rebel Lands - 2:41 - (Azagthoth, Vincent)
  5. Doomsday Celebration - 1:49 - (Azagthoth)
  6. Day of Suffering - 1:54 - (Azagthoth, Vincent)
  7. Blessed Are the Sick/Leading the Rats - 4:47 - (Azagthoth, Vincent)
  8. Thy Kingdom Come - 3:24 - (Azagthoth, Vincent)
  9. Unholy Blasphemies - 2:10 - (Azagthoth)
  10. Abominations - 4:27 - (Azagthoth, Vincent)
  11. Desolate Ways - 1:40 - (Richard Brunelle)
  12. The Ancient Ones - 5:53 - (Azagthoth)
  13. In Remembrance - 1:25 - (Azagthoth)

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

La titletrack dell'album (traccia 7) è composta da due brani uniti, ovvero "Blessed Are the Sick", un tipico pezzo death metal dell'Angelo Morboso, e "Leading the Rats", un'inquietante nenia medievale suonata solo con la tastiera nel fade out finale della traccia; dura circa 20 secondi.

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Metal Portale Metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Metal