Berberis ilicifolia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Berberis ilicifolia
Flores de "Berberis ilicifolia". Plantas crecidas en el Parque Nacional de Tierra del Fuego, Ushuaia, Argentina.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Ranunculales
Famiglia Berberidaceae
Genere Berberis
Specie B. ilicifolia
Nomenclatura binomiale
Berberis ilicifolia
L.f., 1782

Berberis ilicifolia è una pianta della famiglia Berberidaceae[1], proveniente da Argentina e Cile. Venne descritta per la prima volta nel 1782 da Carl von Linné jr.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Disegno di B. ilicifolia

Questa pianta cresce come un arbusto, e può raggiungere i 4 m di altezza. I rami più giovani sono rossi o brunastri, coperti da una leggera peluria, ma virano al grigio-giallastro con l'età. Le foglie sono ovali, lanceolate, a volte ellittiche, lunghe dai 2 ai 5 cm e di un verde scuro, lucido. Il margine della foglia non è liscio, ma seghettato, e presenta diverse spine lunghe anche 5 mm.

L'infiorescenza è un racemo composto da 3-7 fiori gialli o arancioni, lunghi da 0,5 a 1 cm, mentre il perianzio ne misura circa 14. Lo stilo misura 2 o 3 mm. I frutti sono piccoli e sferici, di circa 1 cm, e contengono da 4 a 6 semi lunghi dai 5 ai 6 mm.

Fiorisce da agosto a dicembre, mentre i frutti appaiono da novembre a marzo; questi frutti, secondo Carlos Gallardo, circa un secolo fa erano usati dagli uomini civilizzati della terra del Fuoco per dolcificare il vino.[2]

Si incrociata con Berberis serratodentata forma l'ibrido Berberis x pseudoilicifolia.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Proviene dal Sud America; il suo areale si estende dalla Regione di Los Lagos, in Cile, a Capo Horn.

In Argentina è diffusa nella Provincia di Chubut, nella Provincia di Santa Cruz e nella Provincia di Terra del Fuoco, Antartide e Isole dell'Atlantico del Sud.

È una pianta tipica dei sottoboschi degli alberi del genere Nothofagus.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ B. ilicifolia in The Plant list. URL consultato il 18 dicembre 2013.
  2. ^ Gallardo, p. 56.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (ES) Carlos Gallardo, Los Onas, Buenos Aires, Cabaut y cia, 1910.
  • Leslie R. Landrum: Revision of Berberis (Berberidaceae) in Chile and Adjacent Southern Argentina in Annals of the Missouri Botanical Garden Volume 86 Number 4, 1999
  • Leslie R. Landrum, Berberidaceae in Flora de Chile, vol. 2, 2003.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica