Barbara Bates

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Barbara Bates sulla rivista Yank, the Army Weekly (1945)

Barbara Bates (Denver, 6 agosto 1925Denver, 18 marzo 1969) è stata un'attrice statunitense.

È nota per l'interpretazione di Phoebe nel film Eva contro Eva (1950).

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Prima di tre figlie, studiò balletto a Denver e divenne una giovane modella. Nonostante la timidezza, fu convinta a partecipare ad un concorso di bellezza locale, nel quale vinse un viaggio a Hollywood. Due giorni prima di tornare a Denver incontrò Cecil Coan, un agente pubblicitario della United Artists che avrebbe cambiato la sua vita[1]. Fu Coan a presentarla al produttore cinematografico Walter Wanger, il quale nel 1944 fece sottoscrivere alla Bates il suo primo contratto con la Universal Pictures.

Apparsa in numerosi ruoli di secondo piano, spesso non accreditata, la Bates raggiunse l'apice della sua breve carriera nel 1950, comparendo nelle scene conclusive del film Eva contro Eva, nel ruolo dell'aspirante attrice Phoebe, che viene sorpresa nel proprio appartamento da Eve Harrington (Anne Baxter), la quale non si accorge che dietro la fervente ammirazione della ragazza si nascondono le stesse ambizioni di carriera che avevano spinto la stessa Eve a raggiungere il successo senza alcuno scrupolo.

Il prosieguo della carriera fu compromesso dai problemi di insicurezza della Bates e da una crescente depressione. Dopo un'ultima apparizione sul set nel film Apache Territory (1958) e nella serie televisiva Simon Templar (1962), l'attrice abbandonò le scene e ritornò nella natia Denver, dove si ritirò definitivamente lontano dai riflettori, evitando qualsiasi uscita pubblica. Per qualche tempo lavorò come segretaria, come assistente in uno studio dentistico e come aiuto infermiera in un ospedale.

Nel gennaio del 1967 il marito Cecil Coan (con cui era sposata dal 1945) morì di cancro. Complice il grande dolore per la morte del consorte, la depressione della Bates peggiorò. Nel dicembre del 1968 si sposò per la seconda volta con un amico d'infanzia, William Reed. Malgrado il nuovo legame affettivo e il matrimonio, l'attrice non riuscì a ritrovare la serenità e a curare la propria depressione, che peggiorò ulteriormente[1].

Il 18 marzo 1969, tre mesi dopo il suo matrimonio con Reed, Barbara Bates si suicidò nel garage della casa della madre, inalando monossido di carbonio dal tubo di scappamento della propria auto. Aveva 43 anni[2].

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Glamour Girls of the Silver Screen: Barbara Bates
  2. ^ Andrew Brettell, King, Noel; Kennedy, Damien; Imwold, Denise, Cut!: Hollywood Murders, Accidents, and Other Tragedies, Leonard, Warren Hsu; von Rohr, Heather, Barrons Educational Series, 2005, p. 258, ISBN 0-7641-5858-9.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN71589605 · LCCN: (ENno94002179 · ISNI: (EN0000 0001 1574 158X · GND: (DE143650270 · BNF: (FRcb140077590 (data)