Augusto di Brunswick-Lüneburg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Augusto di Brunswick-Lüneburg in un ritratto del 1666
Principato di
Brunswick-Wolfenbüttel

(1635-1807)
Wappen Deutsches Reich - Herzogtum Braunschweig (Grosses).png

Augusto
Figli
Rodolfo Augusto
Figli
  • Dorotea
  • Cristina Sofia
Antonio Ulrico
Figli
Augusto Guglielmo
Luigi Rodolfo
Ferdinando Alberto
Carlo I
Figli
Carlo II
Figli
Federico Guglielmo

Augusto di Brunswick-Lüneburg, detto il Giovane (Dannenberg, 10 aprile 1579Wolfenbüttel, 17 settembre 1666), fu duca di Brunswick-Lüneburg.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Augusto era il settimo figlio di Enrico III di Brunswick-Lüneburg. Dopo complessi negoziati e grazie all'intervento dell'imperatore Ferdinando II d'Asburgo, venne stabilito che egli avrebbe ereditato il principato di Wolfenbüttel, il cui ultimo reggente era morto nel 1634. A causa della guerra dei trent'anni, egli non si mosse dalla propria residenza sino al 1644.

Istituì numerose e innovative iniziative di governo e fondò a Wolfenbüttel la Bibliotheca Augusta. Sotto lo pseudonimo di Gustavus Selenus, scrisse un libro sugli scacchi, Scacchi o il gioco del re(1616), e una crittografia, Cryptomenytices et cryptographiae libri IX (1624). Lo stesso suo pseudonimo è una referenza criptica al suo nome (Gustavus anagrammato con U=V da Augustus), mentre il cognome è tratto dalla divinità greca a cui veniva riferita la Luna (Luna=Lüneburg), Selene appunto. Quest'ultima opera è in gran parte basata sugli studi di Tritemio.

Gli successero i suoi tre figli, Rodolfo Augusto, Antonio Ulrico e Ferdinando Alberto.

Matrimoni ed eredi[modifica | modifica sorgente]

Augusto si sposò tre volte:

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Duca di Brunswick-Wolfenbüttel Successore
Federico Ulrico 1635-1666 Rodolfo Augusto

Controllo di autorità VIAF: 56618074 LCCN: n/83/123588