Enrico V di Meclemburgo-Schwerin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Enrico V di Meclemburgo-Schwerin in un ritratto di Jacopo de' Barbari.

Enrico V di Meclemburgo-Schwerin (3 maggio 14796 febbraio 1552) fu duca di Meclemburgo-Schwerin dal 1503 fino alla morte.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Enrico era figlio di Magnus II e della moglie Sofia di Pomerania.

Alla morte del padre, avvenuta nel 1503, governò nel ducato insieme ai fratelli Alberto ed Eric, ed allo zio Baldassarre. Alla morte di Eric e di Baldassarre, entrambi senza eredi, i due fratelli si trovarono a governare l'intero Meclemburgo.

Il 7 maggio 1520 venne stipulato tra i due fratelli un contratto che sancì la divisione formale e territoriale del ducato di Meclemburgo. A Enrico venne affidato il Meclemburgo-Schwerin, mentre Alberto divenne duca di Meclemburgo-Güstrow.

Durante il suo regno prese avvio la Riforma protestante. Enrico si dimostrò favorevole alle tesi di Martin Lutero, infatti a partire dal 1524 fu in corrispondenza con lui. Partecipò alla Lega di Torgau, fondata nel 1526, ed a partire dal 1532 iniziò ad appoggiare Lutero apertamente.

Matrimoni ed eredi[modifica | modifica sorgente]

Enrico si sposò tre volte. La prima volta, nel 1505, sposò Ursula del Brandeburgo, figlia di Giovanni I di Brandeburgo. Da questo matrimonio nacquero tre figli:

Nel 1513 sposò Elena del Palatinato, figlia di Filippo del Palatinato, dalla quale ebbe tre figli:

  • Filippo (1514-1557);
  • Margherita;
  • Caterina.

La terza volta sposò Ursula di Sassonia-Lauenburg, figlia di Magnus I di Sassonia-Lauenburg.

Predecessore Duca di Meclemburgo-Schwerin Successore
Magnus II 1503-1552 Giovanni Alberto I

Controllo di autorità VIAF: 27448626

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie