Sidonia di Boemia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sidonia di Poděbrady
Alberto III di Sassonia con la moglie Sidonia
Alberto III di Sassonia con la moglie Sidonia
Duchessa consorte di Sassonia
e
Margravia consorte di Meissen
In carica 1464 –
1500
Successore Barbara Jagellona
Nascita 14 novembre 1449
Morte Tharandt, 1º febbraio 1510
Sepoltura Cattedrale di Meißen
Padre Giorgio di Boemia
Madre Cunegonda di Sternberg
Consorte di Alberto III di Sassonia
Figli Caterina, Giorgio, Enrico IV, Federico, Anna, Ludovico, Giovanni, Giovanni
Religione Cattolicesimo

Sidonia di Poděbrady (14 novembre 1449Tharandt, 1 febbraio 1510) fu una figlia di Giorgio di Boemia e della prima moglie, Cunegonda di Sternberg. Suo padre era Re di Boemia ed essa era la sorella gemella di Caterina, moglie di Mattia Corvino d'Ungheria.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Infanzia e famiglia natale[modifica | modifica sorgente]

Sidonia e Caterina nacquero l'11 novembre 1449 all'allora Re di Boemia; la madre delle ragazze, Cunegonda, morì per le complicazioni legate al parto. Il padre, rimasto vedovo, si risposò con Giovanna di Rosental, la quale gli diede altri figli, tra cui Ludmilla di Poděbrady, duchessa consorte di Chojnów, Oława, Legnica, Brzeg e Lubin.

Sidonia aveva quattro fratelli e sorelle maggiori, nessuno dei quali però ereditò il trono di Boemia dal padre, dal momento che morirono tutti prima di esso. La corona passò quindi a Ladislao II di Boemia ed Ungheria, della dinastia reale degli Jagelloni.

I nonni paterni di Sidonia erano Vitek of Poděbrady e la moglie Anna di Wartenberg; i nonni materni erano invece Smil di Sternberg e la moglie Barbara Freiin di Pardubicz.[1]

Vita matura[modifica | modifica sorgente]

L'11 novembre 1459 venne firmato un contratto matrimoniale per Sidonia, con il principe Alberto, figlio di Federico II, elettore di Sassonia. La coppia si sposò l'11 maggio 1464; Sidonia seguì lo sposo a Meißen ed essi consumarono il matrimonio nel castello Tharandt. Quattro mesi dopo le nozze il padre di Alberto morì, ed egli divenne così Duca di Sassonia e Sidonia duchessa consorte.

Sidonia era una pia donna cattolica, che aborriva la violenza, ed infatti si rifiutava di accompagnare il marito nelle sue guerre nelle provincie di Groninga e Frisia; per protesta ella andò con i figli ad Albrechtsburg.

Nel 1495 essa fondò il festival religioso della Sacra Lancia, dopo essere guarita dai calcoli renali.

Molte delle sue lettere sono state conservate ed in esse Sidonia chiedeva il rilascio dei prigionieri. Il 12 settembre 1500 Alberto morì, lasciando vedova Sidonia, che lasciò la corte sassone e trascorse il resto della sua vita a Tharandt, dove morì il 1º febbraio 1510. Sidonia fu sepolta nella cattedrale di Meißen.

Discendenza[modifica | modifica sorgente]

Sidonia ed Alberto, durante i loro trentasei anni di matrimonio, ebbero nove figli:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Bohemia in fmg.ac

Controllo di autorità VIAF: 90987438 LCCN: no2010051181