Arteria colica sinistra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Arteria colica sinistra
Mesenterica inferiore.jpg
N.B. è visibile l'Arcata di Riolano ed il punto critico di Sudeck
Anatomia del Gray subject #154 610
Sistema Apparato circolatorio
Irrora Parte sinistra del colon trasverso, flessura splenica e colon discendente
Origine Arteria mesenterica inferiore
Rami collaterali Branca ascendente e branca discendente
Vena Vena colica sinistra

L'arteria colica sinistra, detta anche arteria colica superiore sinistra, è un ramo arterioso che nasce dall'arteria mesenterica inferiore e si dirige verso la porzione discendente del colon.

Prima di raggiungerla si divide in un ramo ascendente che si anastomizza con il ramo ascendente dell'arteria colica media branca dell'arteria mesenterica superiore formando l'arcata di Riolano e in un ramo discendente che si anastomizza con il primo ramo dell'arteria sigmoidea.

Arteria mesenterica inferiore
rami principali territorio di irrorazione
Arteria colica sinistra
Arteria sigmoidea può essere unica ma se ne possono riscontrare fino a 7[1]. I rami si anastomizzano tra loro e quello più basso con l'arteria emorroidaria superiore . L'assenza di quest'ultima anastomosi determina, dal punto di vista dell'irrorazione, un'area critica conosciuta come punto critico di Sudeck.
Arteria emorroidaria superiore ramo terminale irrora la parte superiore del retto dividendosi in due branche che circondano lateralmente quest'organo contraendo numerose anastomosi con le arterie emorroidarie medie che sono rami dell'arteria iliaca interna (o arteria ipogastrica) e con le arterie emorroidarie inferiori che provengono dalle arterie pudende interne rami dell'arteria ipogastrica.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Trattato di Tecnica Chirurgica – Milano – Utet – 1982; vol. 6

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Anastasi et al., Trattato di anatomia umana, Napoli, Edi. Ermes, 2006.
  • Lambertini, Anatomia Umana, Padova, Piccin, 1977. [1]
  • Standring, Anatomia del Gray, Elsevier, 2009. [2]