Arteria carotide comune

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arteria carotide comune
Gray506 it.svg
Arco aortico e collaterali, tra cui le arterie carotidi comuni
Gray513.png
Sistema delle arterie carotidi e vertebrali
Anatomia del Gray subject #143 549
Sistema Apparato circolatorio
Origine arteria anonima (destra) arco aortico (sinistra)
Rami collaterali nessuno
Rami terminali arteria carotide esterna arteria carotide interna
Vena vena giugulare interna
Sviluppo embriologico arco carotideo

L'arteria carotide comune rappresenta il primo tratto della carotide.

Anatomia[modifica | modifica wikitesto]

Le carotidi originano dall'arco aortico in maniera asimmetrica nei due lati; infatti, quella di sinistra origina direttamente dall'arco aortico, mentre quella di destra origina dalla divisione del tronco brachio-cefalico e da questi punti esse prendono il nome di arteria carotide comune.

L'arteria carotide comune punta in alto ed è ricoperta dal muscolo sternocleidomastoideo e nella regione del collo entra a far parte del fascio vascolo-nervoso del collo che la contiene insieme con la vena giugulare interna e il nervo vago. Essa arriva fino al margine superiore della cartilagine tiroidea della laringe, dove si divide nei suoi due rami terminali: l'arteria carotide interna e l'arteria carotide esterna. La carotide interna si trova lateralmente e quella esterna si trova medialmente, ma poi la carotide interna curva medialmente e indietro per puntare verso la base cranica ed entrare all'interno del cranio, mentre quella esterna resterà all'esterno del cranio e provvederà all'irrorazione della faccia.

  • Anteriormente è incrociata dal tendine intermedio e in certi casi dal ventre superiore del muscolo omoioideo sulla cartilagine cricoidea. L'arteria, al disotto del muscolo omoioideo è ricoperta dalla fascia cervicale (media e profonda) e dal muscolo platisma. Oltre che con il vago, tale arteria ha anche rapporti con il nervo ipoglosso.
  • Posteriormente, tramite la fascia cervicale profonda, l'arteria è in contatto con la catena cervicale del simpatico, con l'arteria cervicale ascendente e i muscoli lunghi del collo e della testa. In oltre contrae rapporto con la parte tendinea del muscolo scaleno e con i processi trasversi delle vertebre cervicali, arrivando alla sesta vertebra cervicale, che per questo diviene punto di repere per l'arteria e si denomina come Tubercolo di Chassaignac
  • Medialmente alla carotide comune troviamo l'esofago, la trachea, il nervo laringeo ricorrente la faringe la laringe e l'arteria tiroidea inferiore.
  • Lateralmente troviamo la vena giugulare interna la quale, nel suo tratto terminale, si porterà davanti all'arteria; tra l'arteria e la vena troviamo il nervo vago.

Prima dell'origine dei due rami terminali il lume della carotide comune presente una dilatazione fusiforme, il seno carotideo, la cui parete è ricchissima di terminazioni nervose a funzione pressocettoria, le quali stimolate dalla pressione del sangue circolante nell'arteria regolano la pressione arteriosa, la frequenza cardiaca e la frequenza respiratoria. Nel punto in cui le carotide si biforca si trova il Glomo Carotideo, che ha funzioni di chemocettore.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

anatomia Portale Anatomia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anatomia