Amok (psicologia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'Amok è una sindrome tipica delle regioni del Sud-est asiatico, della Malesia, dell'Indonesia e della Nuova Guinea.

La patologia si manifesta con un'esplosione improvvisa di violenza che rapidamente si intensifica fino a sfociare nell'atto delittuoso. Casi di Amok vengono descritti da Georges Devereux. L'esplosione che segna l'esordio dell'Amok trae origine da un'offesa ricevuta e vissuta come intollerabile o, anche, dall'accumulo di tensione legato al sopportarne di successive. Il soggetto che è colpito da questa sindrome, dopo una breve fase di ritiro relazionale, aggredisce dapprima i familiari e poi gli estranei, in un crescendo incontrollabile di furia omicida. Nell'accesso di violenza corre velocissimo per le strade e tra i campi per poi, infine, accasciarsi. La manifestazione di violenza è poi seguita da amnesia e malinconico esaurimento. Il nome deriva dal grido del feroce cavaliere medioevale malese.

Letteratura[modifica | modifica sorgente]

Nel breve racconto di Herbert George Wells Through a Window (Dalla Finestra), pubblicato sul quotidiano Black and White il 25 agosto 1894 e riproposto nella raccolta di racconti del 1895 Il bacillo rubato e altri casi, lo scrittore narra la follia omicida di un malese indicandola come Amok, descrivendo prima l'appartarsi del uomo e il suo cattivo umore, ed in seguito la sfrenata caccia all'uomo dovuta da alcuni omicidi commessi con un Kriss da parte del malese, fino alla morte di quest'ultimo.

Nel racconto omonimo del 1922, lo scrittore austriaco Stefan Zweig definisce il significato che a tale parola (Amok) viene attribuito, all'interno del suo determinato ambito di formazione: «Amok è una parola malese che indica una "follia rabbiosa, una specie di idrofobia umana... un accesso di monomania omicida, insensata, non paragonabile a nessun'altra intossicazione alcolica".»[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Scheda del testo dal catalogo della casa editrice Adelphi

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

psicologia Portale Psicologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di psicologia