Alerione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Alerione è un termine utilizzato in araldica per indicare l'aquilotto, cui furono mozzati il becco e le gambe.

L'alerione, per esser privo di rostro e artigli, è simile al merlotto ed è molto frequente nell'araldica francese. Lo si rappresenta posto di fronte, con la testa di profilo, il volo solitamente spiegato, ma talvolta abbassato.

L'origine del nome può discendere da:

  • Aliers, vecchia parola gallica che designa una specie di uccello che vive di rapina, oppure da
  • Aquilario, parola latina, diminutivo di aquila (secondo il Ménage).

Gli alerioni sono presenti nelle armi di Lorena: d'oro, alla banda di rosso, caricata di tre alerioni d'argento, posti nel senso della banda. Si ritiene che la casa di Lorena abbia adottato questo uccello perché il termine francese Alérion è l'anagramma del nome della casata Lorraine.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • "Vocabolario araldico ufficiale", a cura di Antonio Manno – edito a Roma nel 1907.
  • Dizionario araldico, di Piero Guelfi Camajani - edito a Milano nel 1940

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Anatrella, Merlotto

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

araldica Portale Araldica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di araldica