Sirena (araldica)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La sirena è una figura immaginaria corrispondente alla sua immagine "moderna" di donna marinata (con la coda di pesce). È sempre rappresentata galleggiante sul mare o su un'onda. In genere, si pettina con una mano mentre si osserva in uno specchio che tiene con l'altra. Se ha un atteggiamento diverso, occorre blasonarlo (si veda lo stemma di Varsavia, che porta una sirena al naturale armata di una spada d'oro e con un scudo dello stesso). È simbolo di eloquenza e di persuasione, poiché aveva la facoltà di persuadere con dolcezza.

Una variante che si incontra spesso è la sirena dalla coda doppia che tiene un'estremità di questa doppia coda in ciascuna mano. Ma non la si trova solamente blasonata come tale («dalla doppia coda»), ma talvolta anche, erroneamente, come « melusina », che invece dovrebbe essere tradizionalmente simile alla sirena con pettine e specchio.

Riassumendo:

  • la sirena con lo specchio e la sirena dalla doppia coda sembrano essere due rappresentazioni dello stesso simbolo araldico, e dunque si blasonano nello stesso modo;
  • la sirena con lo specchio e la melusina hanno rappresentazioni molto simili, ma sono due simboli araldici distinti;
  • l'uso della melusina come sirena dalla doppia coda non ha alcun serio fondamento e dunque sembra abusivo.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

araldica Portale Araldica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di araldica