Aeroporto di Bucarest-Henri Coandă

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aeroporto di Bucarest-Henri Coandă
L'area di imbarco/sbarco con i finger
L'area di imbarco/sbarco con i finger
IATA: OTP – ICAO: LROP
Descrizione
Nome impianto Aeroportul Internaţional Henri Coandă
Tipo Civile
Esercente Compania Naţională Aeroporturi Bucureşti S.A.
Stato Romania Romania
Regione Ilfov
Posizione 16,5 km a nord di Bucarest nella città di Otopeni
Altitudine AMSL 91 m
Coordinate 44°33′20″N 26°06′08″E / 44.555556°N 26.102222°E44.555556; 26.102222Coordinate: 44°33′20″N 26°06′08″E / 44.555556°N 26.102222°E44.555556; 26.102222
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Romania
LROP
Sito web http://www.otp-airport.ro
Piste
Orientamento (QFU) Lunghezza Superficie
08R/26L 3 500 x 45 m
08L/26R 3 500 x 45 m
Statistiche
Passeggeri in transito 5 049 443[1] (2011)

[senza fonte]

Accesso e torre di controllo
Terminal arrivi esterno
Terminal arrivi interno

L'Aeroporto di Bucarest-Henri Coandă, conosciuto anche come Aeroporto di Bucarest-Otopeni (IATA: OTP, ICAO: LROP), è il principale aeroporto che serve la città di Bucarest, capitale della Romania. È intitolato a Henri Coandă, (1886-1972), ingegnere, scienziato e pioniere dell'aerodinamica rumeno.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Sull'area su cui oggi si trova l'aeroporto esisteva un impianto militare con una pista di 1.200 metri, utilizzato tra il 1940 ed il 1944 dall'aviazione del Terzo Reich e poi, dalla fine della seconda guerra mondiale al 1965 dall'aviazione militare romena.

Nel 1965 apparve evidente che l'allora unico aeroporto civile di Bucarest, l'Aeroporto di Bucarest Băneasa (oggi Aeroporto Internazionale Aurel Vlaicu), non sarebbe stato più sufficiente a reggere il crescente traffico aereo, e venne decisa la costruzione di un nuovo aeroporto. La scelta cadde sull'esistente struttura militare di Otopeni: i lavori durarono circa 4 anni e si focalizzarono sulla realizzazione del terminal passeggeri e sull'allungamento a 3.500 metri della pista.

Nel 1969 partirono i primi voli civili, ma i passeggeri utilizzarono temporaneamente il terminal merci, in quanto il terminal passeggeri venne inaugurato soltanto l'anno dopo, il 13 aprile 1970. Il 2 agosto 1969 era però stata inaugurata la sala dedicata al ricevimento ufficiale delle personalità in occasione della visita del presidente degli Stati Uniti d'America Richard Nixon.
Un nuovo sviluppo avvenne nel 1986, con l'inaugurazione della seconda pista, di dimensioni uguali e parallela alla precedente, che consentì di raggiungere la capacità di 35 movimenti aerei all'ora.

Nel settembre 2004 il nome dell'aeroporto è stato cambiato quando, in occasione del 35º anniversario dell'operatività nell'aviazione civile, l'impianto venne dedicato a Henri Coandă, pioniere dell'aviazione[2].

Dopo la rivoluzione del 1989 e la caduta del regime comunista, il nuovo governo decise un rilevante piano di investimenti sull'aeroporto: venne costituita una joint-venture italo-romena, comprendente tra le altre le società italiane Italstrade S.p.A. (ora Astaldi S.p.A.) e SEA S.p.A. Il piano, pur con qualche rallentamento dovuto anche a problemi finanziari, è proseguito fino ad oggi e sono tuttora in corso ulteriori lavori che prevedono la costruzione di un nuovo terminal passeggeri (2015), la costruzione di una piattaforma intermodale cargo (2012), la modernizzazione dei sistemi di collegamento dell'aeroporto con la città (2015).

Terminati nel triennio 2008-2011 i lavori della costruzione della nuova aerostazione e nel 2012 della costruzione del nuovo terminal partenze dotato di nuovo sistema di smistamento bagagli.

Progetti[modifica | modifica sorgente]

È in programma, con l'ultima fase del piano di sviluppo avviato nel 1991, la realizzazione di una bretella stradale diretta e di un collegamento tramite metropolitana, con la realizzazione di una nuova linea che unirà la stazione ferroviaria principale (Gara de Nord) con l'aeroporto di Otopeni, passando sia per il centro della città (Piaţa Universităţii) che per l'aeroporto di Băneasa[3].

Dati tecnici[modifica | modifica sorgente]

  • Movimenti aerei all'ora: 35
  • Movimento passeggeri per voli internazionali all'ora: 1.200
  • Movimento passeggeri per voli nazionali all'ora: 200
  • Parcheggi per aeromobili: 45
  • Area imbarco/sbarco dotata di 5 finger e 15 varchi
  • Posti auto: 1.400 (500 area arrivi e 900 area partenze)

[4]

Compagnie aeree e destinazioni[modifica | modifica sorgente]

Compagnie aeree cargo[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti con Bucarest[modifica | modifica sorgente]

L'aeroporto si trova lungo la strada nazionale che collega Bucarest a Ploieşti, a 16,5 km di distanza dal centro di Bucarest[6], a cui è collegato mediante un servizio di autobus (linea espressa 783) gestito dalla RATB, oppure tramite un collegamento ferroviario dalla stazione Bucarest Gara de Nord (Henri Coandă Express) gestito dalle CFR[7]. Il collegamento tra la stazione Bucarest Gara de Nord e l'aeroporto è assicurato anche mediante la linea espressa 780.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Numero passeggeri dal sito ufficiale. URL consultato il 24-09-2010.
  2. ^ (EN) Scheda storica sul sito ufficiale. URL consultato il 18-12-2009.
  3. ^ (RO) Piano di sviluppo Metrorex (Linea 6). URL consultato il 18-12-2009.
  4. ^ (EN) Dati tecnici dal sito ufficiale. URL consultato il 18-12-2009.
  5. ^ Anche Wizzair trasloca a Bucarest Otopeni
  6. ^ (EN) Dati dal sito ufficiale. URL consultato il 18-12-2009.
  7. ^ (EN) Dati dal sito ufficiale. URL consultato il 18-12-2009.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Elenco degli aeroporti in Romania

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]