Căile Ferate Române

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Căile Ferate Române
Stato Romania Romania
Tipo Azienda pubblica
Fondazione 1 aprile 1880 a Bucarest
Sede principale Bucarest
Settore Trasporto
Prodotti trasporti ferroviari
Sito web www.cfr.ro/
Mappa della rete
Vetture letto ex-DB WLABmh nella vecchia (rosso) e nuova livrea (azzurro-grigio) CRF călători

Căile Ferate Române abbreviato CFR sono le ferrovie romene. La rete è estesa per 11.300 km così ripartiti:

  • 10893 km a scartamento ordinario di cui 3971 km elettrificati at 25 kV 50 Hz.
  • 45 km a scartamento largo (1524mm), non elettrificati.
  • 427 km a scartamento ridotto (760mm), non elettrificati.

La società è oggi divisa in quattro settori autonomi:

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Secolo XIX[modifica | modifica wikitesto]

La prima tratta ferroviaria in Romania venne inaugurata il 20 ottobre 1854 tra Oravița e Baziaș, un villaggio appartenente al comune di Socol dove è presente un porto sul Danubio. La linea era lunga 62,5 km e serviva al trasporto di carbone ed era gestita dalle ferrovie austriache (la Transilvania apparteneva all'epoca all'Impero Austro Ungarico). Il 1º novembre 1856 fu aperta al traffico passeggeri. Il Regno di Romania fece costruire dalla compagnia inglese John Trevor-Barkley nel decennio successivo la Bucarest - Giurgiu che, inaugurata nel 1869, fu la prima ferrovia costruita dal regno. Nel 1866 il parlamento rumeno approvò la costruzione di 915 km di strada ferrata che univa l'ovest del paese (Vârciorova, nel distretto di Caraș-Severin alla parte orientale (Tecuci) per una spesa di 270.000 franchi oro al km e la costruzione venne affidata all'impresa tedesca Strousberg. La società Căile Ferate Române fu fondata il 1º aprile 1880 per gestire questa linea nel frattempo terminata.

1900-1945[modifica | modifica wikitesto]

Alla fine della prima guerra mondiale diversi territori si unirono al Regno di Romania per formare la Grande Romania. Tutte le ferrovie lì costruite dagli austriaci e dai russi fecero ora parte della CFR. Di particolare importanza fu l'annessione della fabbrica di vagoni e locomotive ad Arad. In questi anni vennero raddoppiate diverse linee per migliorare il traffico, tra le quali:

1945-1989 Periodo comunista[modifica | modifica wikitesto]

Con l'avvento del comunismo gli investimenti crebbero in maniera considerevole, essendo le ferrovie considerate prioritarie per lo sviluppo industriale sia da Gheorghe Gheorghiu-Dej che da Nicolae Ceaușescu.

Vennero elettrificate e raddoppiate le principali linee e continuò la costruzione di nuove linee nelle zone rurali. Verso la fine degli anni 60 vennero eliminate le ultime locomotive a vapore, sostituite da locomotori elettrici e diesel costruite nella fabbrica Astra Vagoane Arad

Storia recente[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la caduta del regime comunista, la società si trovò a gestire una delle ferrovie più trafficate e dense d'Europa con una infrastruttura relativamente vetusta. A seguito della crisi economica agli inizi degli anni novanta, diverse linee periferiche vennero dismesse e parte del materiale rotabile costruito negli anni 70 entrò in officina per riparazione.

Nel 1998 la società venne divisa in quattro divisioni separate e la compagnia prese il nome Compania Națională de Căi Ferate. I miglioramenti dei conti economici permisero maggiori investimenti

Tipologie di treni[modifica | modifica wikitesto]

  • EC: Eurocity treno di qualità con supplemento in servizio internazionale.
  • EN: Euronight treno di qualità con supplemento in servizio internazionale notturno.
  • IC: Intercity treno di qualità con supplemento in servizio nazionale diurno. Rispetto alla media europea, gli IC in Romania effettuano fermate meno frequenti (velocità media 87 km/h).
  • IR: tren inter-regio treno rapido in servizio nazionale ed internazionale, diurno o notturno (velocità media 85 km/h).
  • R: tren regio treno locale di 1ª-2ª classe, con percorrenze anche medio-lunghe (oltre 200 km), spesso effettuato con vetture a due piani (velocità media 34.3 km/h).

Altri operatori ferroviari in Romania[modifica | modifica wikitesto]

  • CCCF CCCF S.A.
  • CC 33 ICIM Cai Ferate 33 Intreprinderea Constructii Industriale si Montaj
  • CF Clasfer
  • CTF Compania de Transport Feroviar
  • CTV Cargo Trans Vagon
  • FK Feroviar Keolis (former R.C-C.F Trans)
  • GFR Grup Feroviar Roman
  • LCR Logistics Center Romania
  • MIS M.I.S. Grup Transport Feroviar
  • RPL Rompetrol Logistics
  • SEFER
  • SI Servtrans Invest SA
  • ST Softrans
  • UT SC Unifertrans SA

Materiale rotabile[modifica | modifica wikitesto]

Locomotori[modifica | modifica wikitesto]

La maggior parte dei locomotori sono costruiti dalla Electroputere di Craiova (conosciuti come tipo EA) e dalla Rade Končar di Zagabria (conosciuti come tipo EC). Sono costruiti per lo scartamento normale (1435 mm) e funzionano a 25 kV 50 Hz.

Attualmente la società possiede 933 locomotori costruiti dalla Electroputere (classe 40,41,42) e 133 costruiti dalla Končar (classe 43,44,46).

Nome Costruttore Specifiche e note Velocità massima Anno costruzione
Classe 40 Electroputere 5100 kW or 6600 kW (Softronic Phoenix passenger)Co'Co' axle formula 120 km/h and 160 km/h (Softronic Phoenix passenger) 1965–1991
Classe 41 Electroputere 5100 kW Co'Co' axle formula 160 km/h 1966–1991
Classe 42 Electroputere 5100 kW Co'Co' axle formula. 1 esemplare costruito per test di velocità. 200 km/h 1977
Classe 43 Končar 3400 kW Bo'Bo' axle formula 120 km/h 1973–1984
Classe 44 Končar 3400 kW Bo'Bo' axle formula 160 km/h 1973–1984
Classe 45 Electroputere - Siemens Mobility 5100 kW Co'Co' axle formula. Ristrutturazione della classe 41, con nuove livree sistema di controllo e impianto frenante. Prima locomotiva CFR ad usare sistema di controllo computerizzata. Attualmente 24 in servizio, con 20 convertite dalla classe 41. 160 km/h 1999–2000
Classe 46 Končar and Softronic 3840 kW Bo'Bo' axle formula rinnovamento della classe 43 e 44 160 km/h 1999–2001
Classe 47 Electroputere - Softronic (sottoclasse 476 and 477 - "Delfin", e 478 - Softronic Phoenix freight) o Promat (sottoclasse 470, 474) 6600 kW Co'Co' axle formula, modernizzate dalla Classe 40 e 41 per carichi pesanti. Solo uno è di proprietà della CFR Călători; gli altri appartengono ad altri operatori del trasporto merce, compreso CFR Marfă. 120 km/h; 160 km/h (subclass 476) 2006–presente
Classe 48 Softronic 8200 kW Co'Co' axle formula new build Softronic Transmontana locomotive. 160 km/ 2010–presente

Treni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Treno Classificazione Percorso (a/r e viceversa) Significato del nome
Traianus Intercity Timișoara-Budapest Keleti pu. Imperatore romano conquistatore della Dacia
București Rapid Bucarest-Beograd Bucarest in lingua romena
Dacia Rapid Bucarest-Vienna Westbahnhof Regione geografica della Romania
Ovidius Rapid Costanza-Budapest Keleti pu. poeta latino morto a Costanza
Szamos Rapid Satu Mare-Budapest Nyugati pu. fiume
Mureș/Maros Rapid Târgu Mures-Budapest Keleti pu. fiume
Ady Endre Rapid Cluj Napoca-Budapest Keleti pu. poeta ungherese
Ister Euronight Bucarest-Budapest Keleti pu. fiume
Pannonia-Express Rapid Bucarest-Praha Hl. n. regione geografica della Romania
Bălgaria-Express Rapid Sofia-Bucarest-Kiev-Mosca Bulgaria Express in romeno
Corona Rapid Bucarest-Budapest Nyugati pu nome latino di Brașov
Transbalkan Rapid Thessaloniki-Bucarest-Budapest Keleti pu. descrive l'itinerario
Bosphor Rapid Bucarest Nord-Istanbul regiona geografica della Turchia
Prietenia Rapid Bucarest-Chisinau amicizia in romeno

Treni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Treno Classificazione Percorso (a/r e viceversa) Significato del nome
Marea Neagra Intercity Bucarest Nord-Costanza Mar Nero
Aurel Vlaicu Intercity Bucarest Nord-Arad ingegnere, costruttore di aeroplani e pilota
Mihai Viteazu Intercity Bucarest Nord-Cluj Napoca principe di Transilvania, Valacchia e Moldavia
Mihai Eminescu Intercity Bucarest Nord-Iasi poeta tardo-romantico rumeno
Timișoara 89 Intercity Bucarest Nord-Timișoara Insurrezione di Timișoara dicembre 1989
Banat Intercity Bucarest Nord-Timișoara una regione storico-geografica della Romania
Decebal rapid Mangalia-Deva sovrano della Dacia
Avram Iancu rapid Bucarest-Oradea politico romeno attivo nei moti del 1848
Ștefan cel Mare rapid Bucarest-Suceava Voivoda (principe) di Moldavia (1457-1504)
Alexandru cel Bun rapid Bucarest-Suceava principe di Moldavia tra il 1400 e il 1432
Dimitrie Cantemir rapid Bucarest-Iasi voivoda di Moldavia filosofo e letterato
Săgeata Albastră rapid Bucarest-Brașov Freccia Azzurra nome storico di automotrice delle CFR

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]