A torto o a ragione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
A torto o a ragione
A torto o a ragione.png
Una scena del film.
Titolo originale Taking Sides
Paese di produzione Regno Unito, Germania, Francia, Austria
Anno 2001
Durata 108 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere drammatico
Regia István Szabó
Soggetto Ronald Harwood
Sceneggiatura Ronald Harwood
Fotografia Lajos Koltai
Montaggio Sylvie Landra
Scenografia Ken Adam, Anja Müller e Bernhard Henrich.
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

A torto o a ragione è un film di István Szabó del 2001.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Il film narra la controversa vicenda del maestro Wilhelm Furtwängler, soprattutto in relazione al suo essere stato, appunto, a torto o a ragione, il "musicista del Terzo Reich".

Il direttore d'orchestra deve difendersi dalle accuse di essere stato collaboratore del nazismo: la sua colpevolezza sarebbe infatti simbolicamente molto importante se contestualizzata al clima di denazificazione in atto nell'immediato dopoguerra. Dall'istruttoria americana emerge un Furtwängler che, se da un lato riesce a salvare la vita a molti suoi colleghi ebrei, dall'altro ha rapporti attivi con la società e le autorità in carica nella Germania dell'epoca.

Szabó, alla fine del film, "assolve" il grande direttore d'orchestra (e contestualmente accusa le metodologie usate dagli americani nei suoi confronti), anche mostrando un filmato d'epoca, nel quale si vede il vero Furtwängler dirigere un concerto alla presenza, tra gli altri, del dottor Goebbels. Al termine dell'esecuzione, il Maestro non risponde al saluto nazista della platea, e, dopo che Goebbels gli ha stretto la mano per complimentarsi, Furtwängler usa il fazzoletto per fare un gesto nel quale è possibile cogliere l'intenzione di "pulirsi" la mano che aveva appena stretto quella di uno dei più tristemente noti protagonisti della Germania nazista.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]