Československé státní dráhy

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Curly Brackets.svg
A questa voce o sezione va aggiunto il template sinottico {{Azienda}}
Per favore, aggiungi e riempi opportunamente il template e poi rimuovi questo avviso.
Per le altre pagine a cui aggiungere questo template, vedi la relativa categoria.

Le Ferrovie dello Stato cecoslovacche (acronimo ČSD, in lingua ceca: Československé státní dráhy, ) erano un'azienda ferroviaria di proprietà dello Stato cecoslovacco. Nel 1992 vennero divise in Ferrovie ceche (České dráhy) e Ferrovie della Repubblica Slovacca (Železnice Slovenskej republiky) in seguito alla divisione in due dello stato.

Logo ČSD su un vecchio rotabile

Storia[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Storia delle ferrovie in Repubblica Ceca.

La società fu creata nel 1918, dopo la fine della Prima guerra mondiale e dopo il collasso dell'Impero Austro-Ungarico. Per effettuare il servizio vennero riciclate le vetture e le infrastrutture delle Ferrovie imperiali dello Stato austriaco.

Nel 1930 la Cecoslovacchia possedeva 13.600 km di ferrovia (la quinta rete più estesa d'Europa), di cui l'81% erano statali (ČSD); la tendenza era quella di nazionalizzare anche tutte le ferrovie private. La maggior parte delle infrastrutture era concentrata nelle regioni industriali delle Terre ceche. L'87% della rete era a singolo binario; nella società erano impiegate 135.000 persone (l'1% della popolazione).

Quando la Cecoslovacchia fu divisa nel 1939, il Protettorato di Boemia e Moravia formò la compagnia "Ferrovie boeme-morave" (in lingua ceca Českomoravská dráha, in tedesco: Böhmisch-Mährische Bahn), poste sotto il controllo della Deutsche Reichsbahn (DRB). Nello stato slovacco, fu fondata la compagnia "Ferrovie slovacche" (in slovacco: Slovenské železnice). Nel 1945, con la fine delle ostilità, fu riformata la ČSD.

Dopo la dissoluzione della Cecoslovacchia (alla fine del 1992) la compagnia fu divisa in due: le Ferrovie ceche (České dráhy) e le Ferrovie della Repubblica slovacca (Železnice Slovenskej republiky). Le infrastrutture immobili furono assegnate allo Stato di appartenenza, mentre il resto fu diviso in proporzione 2:1.

Elettrificazione[modifica | modifica sorgente]

  • L'elettrificazione delle ferrovie iniziò lentamente durante gli anni venti. A Praga i treni utilizzavano un sistema a corrente continua a 1,5 KV.
  • La linea Praga-Čop funzionava con corrente continua a 3 KV, costruita dopo il 1945.
  • A nord di questa linea i treni utilizzavano corrente continua a 3 KV, mentre a sud usavano la corrente alternata a 25 kV a 50 Hz. Questi due sistemi esistono ancora oggi.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]