Jurij Pančenko

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Yuri Panchenko)
Jurij Pančenko
Nazionalità URSS URSS
Ucraina Ucraina (dal 1991)
Russia Russia (dal 1991)
Altezza 198 cm
Peso 96 kg
Pallavolo Volleyball (indoor) pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex Schiacciatore)
Ritirato 1994 - giocatore
Carriera
Squadre di club
1977-1981Lokomotiv Kiev
1981-1989CSKA Mosca
1989-1990Porto Ravenna
1990-1994Volley Forlì
Nazionale
1979-1988 URSS URSS
RSS Ucraina RSS Ucraina[1]
Carriera da allenatore
1996-1997Valdagno Volley
1998-1999Lube Vice
2000-2001Piacenza
2004-2005Callipo Vice
2006-2007Dinamo-Jantar
2006-2007Russia Russia Vice
2007-2011Lokomotiv-Belogor'e Vice
2011-2012Kuzbass
2013-2014Fakel
2014-2015Fakel
2015-2017Dinamo Mosca
Palmarès
Transparent.png Giochi olimpici
Oro Mosca 1980
Argento Seul 1988
Transparent.png Campionato mondiale
Oro Argentina 1982
Argento Francia 1986
Transparent.png Campionato europeo
Oro Francia 1979
Oro Bulgaria 1981
Oro Repubblica Democratica Tedesca 1983
Oro Paesi Bassi 1985
Oro Belgio 1987
Transparent.png Coppa del Mondo
Oro Giappone 1981
Argento Giappone 1985
 

Jurij Petrovič Pančenko (in russo Юрий Петрович Панченко; Kiev, 5 febbraio 1959) è un allenatore di pallavolo ed ex pallavolista sovietico, dal 1991 russo.

Giocava nel ruolo di schiacciatore. Fu il primo militare dell'URSS a ottenere il visto per giocare all'estero da professionista[2].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto nelle giovanili della Lokomotiv Kiev, squadra della sua città natale, a vent'anni Pančenko passò nelle file del più importante club di Mosca, il CSKA, con cui vincerà 7 campionati sovietici, 3 coppe dell'Unione Sovietica e 6 Coppe dei campioni.

Nel 1989, Pančenko diviene il primo militare dell'URSS a ottenere il visto per giocare all'estero da professionista, e più precisamente in Italia; qui giocherà in A1 con la Conad Ravenna per una stagione e in A2 con la Moka Rica Forlì per quattro stagioni.

In nazionale vince un olimpiade, un campionato mondiale, cinque campionati europei e una Coppa del Mondo. Vince inoltre i Giochi dell'Amicizia nell'1984 e i Goodwill Games nell'1986.

Alla fine della stagione 1993/1994, all'età di 34 anni, Pančenko si ritirò dalla carriera agonistica da giocatore.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il suo ritiro intrapende la carriera di allenatore in Italia, al Valdagno Volley in Serie A2. La stagione successiva fa da vice a Daniele Ricci nella Lube Macerata. La stagione seguente allena la Copra Piacenza prima di ritornare a fare il vice a Daniele Ricci alla Tonno Callipo Vibo Valentia fino al 13 dicembre 2005.

Ritorna in Russia nel 2006 per allenare la neonata Dinamo-Jantar per una stagione. Le stagioni successive torna nel ruolo di vice nel Lokomotiv-Belogor'e e nella nazionale russa.

Dal 2011 diventerà il primo allenatore del Kuzbass per una stagione. La seguente allena il Fakel femminile fino al fallimento della società. Nel 2014 allena il Fakel maschile per una stagione. Nel 2015 allena la Dinamo Mosca per due stagioni, con cui vince due campionati russi.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

1981-1982, 1982-1983, 1984-1985, 1985-1986, 1986-1987, 1987-1988, 1988-1989
1982, 1984, 1985
1981-82, 1982-83, 1985-86, 1986-87, 1987-88, 1988-89
1987, 1988

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

2015-16, 2016-17

Nazionale (competizioni minori)[modifica | modifica wikitesto]

Premi individuali[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Durante le Spartachiadi dei Popoli dell'Unione Sovietica, l'Unione Sovietica era rappresentata dalle diverse Repubbliche Socialiste.
  2. ^ La forza del disgelo sotto rete, su it.rbth.com. URL consultato il 28 gennaio 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]