Yooka-Laylee

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Yooka-Laylee
videogioco
PiattaformaLinux, macOS, Microsoft Windows, PlayStation 4, Xbox One, Nintendo Switch
Data di pubblicazioneMondo/non specificato 11 aprile 2017
Nintendo Switch:
Mondo/non specificato 14 dicembre 2017
GenerePiattaforme
SviluppoPlaytonic Games
PubblicazioneTeam17
Modalità di giocoGiocatore singolo, multigiocatore
Periferiche di inputGamepad, tastiera, DualShock 4
Motore graficoUnity
SupportoBlu-ray Disc, DVD, download
Distribuzione digitaleSteam, PlayStation Network, Xbox Live, Nintendo eShop
Fascia di etàESRBE10+ · OFLC (AU): G · PEGI: 7

Yooka-Laylee è un videogioco a piattaforme sviluppato da Playtonic Games e pubblicato da Team17 per Linux, macOS, Microsoft Windows, PlayStation 4, Xbox One e Nintendo Switch.[1] Era originariamente in sviluppo anche una versione per Wii U, ma venne poi cancellata a favore della versione per Switch.[2]

Yooka-Laylee è stato sviluppato da Playtonic Games, un team formato da alcuni membri dell'ex personale chiave di Rare durante l'era Nintendo 64, come successore spirituale della loro serie di giochi Banjo-Kazooie ed altre opere. Tra questi, Chris Sutherland, Steve Mayles, Steven Hurst e Grant Kirkhope, dello staff di Banjo-Kazooie, ripresero i loro rispettivi ruoli.[3]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Yooka e Laylee lasciano la loro casa a Baia Del Naufragio per avventurarsi all'interno delle sale di lavoro di una pericolosa attività conosciuta come le Torri D'Alveorio S.r.l., per cercare le "Pagie" necessarie per sbloccare i misteriosi Gran Tomi ed impedire a Capital B e Dr. Quack di assorbire tutta la letteratura del mondo, trasformandola in puro profitto.[4]

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Il giocatore controlla due personaggi che agiscono simultaneamente, un camaleonte maschio chiamato Yooka, che viene descritto come "sensibile",[5] ed un pipistrello femmina di nome Laylee, descritta come "un po' pazza". Il gioco è inteso come risurrezione e modernizzazione del genere platform 3D "collectathon" degli ultimi anni '90 ed i primi anni 2000, dove è importante raccogliere oggetti di vario tipo per poter progredire nel gioco.[6] Durante le loro avventure, Yooka e Laylee esplorano i mondi contenuti in libri magici e compiono sfide per raccogliere le "Pagie": pagine di libri dorate che i giocatori possono utilizzare per sbloccare nuovi mondi o per espandere quelli già sbloccati.[7]

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Yooka: il buffo camaleonte verde protagonista del gioco.
  • Laylee: il pipistrello viola compagna di avventure di Yooka.
  • Capital B: il malvagio neo presidente delle Torri D'Alveorio, vuole utilizzare il Narrativator 64 per impadronirsi di tutti i libri del mondo e detenere il monopolio assoluto sul mercato.
  • Dr. Quack: il vicepresidente delle Torri D'Alveorio, braccio destro di Capital B ed inventore del Narrativator 64.
  • Trowzer: il serpente venditore che guida Yooka e Laylee durante la loro avventura, insegna loro delle mosse speciali in cambio di piume.
  • Dr. Puzz: la scienziata delle Torri D'Alveorio alla quale il Dr. Quack ha rubato tutte le ricerche, inventrice del Raggio DNA, la macchina che grazie ai Molecholus è in grado di trasformare Yooka e Laylee.
  • Rextro: il dinosauro pixellato che gestisce la linea di cabinati Rextro’s Software Entertainment; in ogni mondo è possibile giocare ad alcuni minigiochi arcade in cambio di una monetina.
  • Vendi: il distributore automatico che permette di sbloccare i tonici modificatori completando una determinata sfida; equipaggiandoli, è possibile cambiare o migliorare le caratteristiche ed abilità di Yooka e Laylee.
  • Kartos: il carrello da miniera che percorre i binari dei Gran Tomi per trasportare l'oro. Raccogliendo 100 gemme prima del traguardo, si ottiene una Pagie.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Yooka-Laylee - A 3D Platformer Rare-vival!, su Kickstarter. URL consultato il 28 aprile 2017.
  2. ^ (EN) Daniel Vuckovic, Yooka-Laylee has been cancelled on Wii U, moving Switch, su Vooks, 13 dicembre 2016. URL consultato il 28 aprile 2017.
  3. ^ (EN) Introducing Yooka-Laylee, Playtonic Games. URL consultato il 28 aprile 2017.
  4. ^ Raising the Curtain, su Playtonic Games, 20 maggio 2016. URL consultato il 28 agosto 2016.
  5. ^ (EN) The Man Behind Yooka and Laylee, Playtonic Games. URL consultato il 28 aprile 2017.
  6. ^ (EN) Daniel Hein, The Nintendo Collectathon: A Genre of the Past, su The Artifice, 9 dicembre 2014. URL consultato il 28 aprile 2017.
  7. ^ (EN) Dom Reseigh-Lincoln, Yooka-Laylees world is made of books you unlock by collecting pages, su GamesRadar, 17 maggio 2015. URL consultato il 28 aprile 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi