Winfried Bölke

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Winfried Bölke
Francis Bazire, Flaviano Vicentini, Winfried Bölke 1963.jpg
Francis Bazire, Flaviano Vicentini, Winfried Bölke sul podio ai Campionati del mondo di ciclismo su strada 1963
Nazionalità bandiera Germania Ovest
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Specialità Strada, Pista, Ciclocross
Ritirato 1971
Carriera
Squadre di club
1963Individuale (da ottobre)
1964-1969Peugeot
1970Batavus
1971Rokado
Nazionale
1963-1970Germania Ovest Germania Ovest
Palmarès
Gnome-emblem-web.svg Mondiali
Bronzo Renaix 1963 In linea Dil.
 

Winfried Bölke (Genthin, 25 maggio 1941) è un ex ciclista su strada, pistard e ciclocrossista tedesco in alcuni casi il suo nome è riportato come Winfried Boelke. Professionista dal 1963 al 1972 vinse tre edizioni dei Campionati tedeschi di ciclismo su strada in linea fra i professionisti.

Nel 1963 fu medaglia di bronzo ai Campionati del mondo dilettanti di Renaix.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Winfried Bölke fu uno dei migliori ciclisti tedeschi della sua epoca, dopo aver vinto due volte i campionati nazionali su strada fra i dilettanti ed essersi aggiudicato la medaglia di bronzo ai modiali della categoria di Renaix venne ingaggiato dalla Peugeot nel 1964.

Al primo anno fra i professionisti chiuse al secondo posto i Campionati tedeschi in linea dietro Rudi Altig e fu quarto al Giro del Belgio, inoltre vinse tre corse di buon livello. Fra il 1964 ed il 1967 si aggiudicò per tre volte consecutive i Campionati tedeschi, eguagliando in questo modo Hans Junkermann, che aveva fatto la tripletta fra il 1959 ed il 1961, diventando, a tutt'oggi, il secondo ed ultimo ciclista tedesco a riuscire in tale impresa; Bölke peraltro sfiorò addirittura la quaterna con il secondo posto del 1968 dietro Rolf Wolfshohl. Nel 1967 prese parte al suo primo Tour de France, ottenendo come miglior risultato il secondo posto nella sesta tappa vinta dal belga Herman Van Springel; nella Grande Boucle dell'anno successivo non ebbe miglior fortuna ritirandosi nel corso della dodicesima tappa. Dal 1962 al 1970, prima fra i dilettante e poi fra i professionisti, fece parte della selezione tedesca occidentale ai Campionati del mondo di ciclismo su strada.

Contemporaneamente all'attività su strada si dedicò anche alla pista, gareggiando soprattutto nel circuito delle Sei giorni tedesche ed ottenendo la vittoria nei Campionati nazionali nella prova del Madison, disciplina in cui rappresentò la Germania Ovest in due edizioni dei campionati europei, ed al ciclocross, fu decimo ai Mondiali di Calais nel 1963.

Palmares[modifica | modifica wikitesto]

Strada[modifica | modifica wikitesto]

  • 1962 (Dilettanti, una vittoria)
Campionati tedeschi, Prova in linea dilettanti
  • 1963 (Dilettanti, tre vittorie)
Campionati tedeschi, Prova in linea dilettanti
Rund um Köln dilettanti
Wartenberg-Rundfahrt
  • 1964 (Peugeot, tre vittorie)
2ª tappa, 2ª semitappa Tour de l'Oise (Beauvais > Creil)
Classifica generale Tour de l'Oise
5ª tappa Volta Ciclista a Catalunya (? > Tarragona)
  • 1965 (Peugeot, una vittoria)
Campionati tedeschi, Prova in linea
  • 1966 (Peugeot, due vittorie)
Campionati tedeschi, Prova in linea
3ª tappa Parigi-Lussemburgo (Épinal > Lussemburgo)
  • 1967 (Peugeot, una vittoria)
Campionati tedeschi, Prova in linea
  • 1968 (Peugeot, una vittoria)
Maaslandse Pijl
  • 1969 (Peugeot, una vittoria)
Grand Prix Saint Raphael
  • 1970 (Batavus, una vittoria)
Kaistenberg Rundfahrt

Altri successi[modifica | modifica wikitesto]

  • 1966 (Peugeot, una vittoria)
Vayrac (criterium)
  • 1970 (Batavus, una vittoria)
Porz am Rhein (criterium)

Pista[modifica | modifica wikitesto]

  • 1967 (Peugeot, una vittoria)
Campionati tedeschi, Madison (con Klemens Großimlinghaus)

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Grandi giri[modifica | modifica wikitesto]

1967: ritirato (8ª tappa)
1968: ritirato (12ª tappa)

Classiche monumento[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni continentali[modifica | modifica wikitesto]

1968 - Madison
1969 - Madison

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]