Villars-les-Dombes

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Villars-les-Dombes
comune
Villars-les-Dombes – Stemma
(dettagli)
Villars-les-Dombes – Veduta
Municipio
Localizzazione
StatoFrancia Francia
RegioneAlvernia-Rodano-Alpi
DipartimentoBlason département fr Ain.svg Ain
ArrondissementBourg-en-Bresse
CantoneVillars-les-Dombes
Territorio
Coordinate46°28′N 5°01′E / 46.466667°N 5.016667°E46.466667; 5.016667 (Villars-les-Dombes)Coordinate: 46°28′N 5°01′E / 46.466667°N 5.016667°E46.466667; 5.016667 (Villars-les-Dombes)
Superficie24,57 km²
Abitanti4 418[1] (2009)
Densità179,81 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale1330
Fuso orarioUTC+1
Codice INSEE01443
Cartografia
Mappa di localizzazione: Francia
Villars-les-Dombes
Villars-les-Dombes
Sito istituzionale

Villars-les-Dombes è un comune francese di 4.418 abitanti situato nel dipartimento dell'Ain della regione dell'Alvernia-Rodano-Alpi.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Toponimia[modifica | modifica wikitesto]

Villars-les-Dombes, (per la precisione Villars-lès-Dombes) indica un paese nell'ex principato di Dombes, del quale tuttavia non faceva parte. Il suo nome antico (Villars-en-Bresse), poneva l'accento sulla sua appartenenza alla Bresse, dipendente dalla Savoia, in contrapposizione al Delfinato.

Eventi storici[modifica | modifica wikitesto]

Medaglioni d'argento rinvenuti nel territorio comunale di Villars che mostrano l'effigie di imperatori quali Traiano, dimostrano l'esistenza di un insediamento abitativo nell'attuale territorio di Villars les Dombes durante il periodo gallo-romano. Inoltre una strada romana collega il paese a Montluel.

La signoria di Villars (attestata dagli archivi fin dal 940) divenne, a seguito di matrimoni, signoria di Thoire et Villars nel 1188, e verso il 1400 la capitale ne fu Trévoux.

Dalla famiglia di Thoire e Villars (Umberto VII di Thoire, Oddone di Villars, etc...), la signoria passò per matrimonio a Filippo di Lévis (1380 - 1440), visconte di Lautrec. Renato di Savoia, detto "il Gran Bastardo di Savoia", ne fu investito nel 1498, sposando Anna Lascaris di Tenda. Nel 1565 Villars fu eretta, a beneficio di Onorato II di Savoia, figlio di Renato, a marchesato dipendente da Casa Savoia.

Nel 1705 il maresciallo di Villars ottenne l'elevazione di numerosi domini, piccole enclave francesi nel principato di Dombes, a ducato di Villars. La sua discendenza si estinse nel 1788 con la morte del figlio Honoré-Armand, 2º duca di Villars.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (FR) Élisabeth Sirot, Noble et forte maison - L'habitat seigneurial dans les campagnes médiévales du milieu du XIIème siècle au début du XVIème, Editions Picard, 2007, ISBN 9782708407701, p. 21;
  • (FR) Jean-Michel Poisson, Église et château sur le site de Villars (Ain), Archéologie et histoire, papauté, monachisme et théories politiques, tome II, Lyon, Presse Universitaire de Lyon, 1998, pp. 763–777.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN246262792 · BNF (FRcb13121289j (data)
Francia Portale Francia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Francia