Villanova (Castenaso)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Villanova
frazione
Villanova – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Emilia-Romagna-Stemma.svg Emilia-Romagna
Città metropolitanaCittà metropolitana di Bologna - Stemma.png Bologna
ComuneCastenaso-Stemma.png Castenaso
Territorio
Coordinate44°29′50″N 11°25′37″E / 44.497222°N 11.426944°E44.497222; 11.426944 (Villanova)Coordinate: 44°29′50″N 11°25′37″E / 44.497222°N 11.426944°E44.497222; 11.426944 (Villanova)
Altitudine47 m s.l.m.
Abitanti2 171
Altre informazioni
Cod. postale40055
Prefisso051
Fuso orarioUTC+1
Nome abitantivillanoviani
PatronoSan Giovanni Battista
Giorno festivo24 giugno
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Villanova
Villanova

Villanova è una frazione di Castenaso (nella città metropolitana di Bologna) distante dal capoluogo comunale 4,56 km[1].

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Villanova di Castenaso è celebre per la necropoli dell'Età del ferro, primo ritrovamento della civiltà villanoviana (da cui derivano gli Etruschi).

Villa Gozzadini e la necropoli etrusca[modifica | modifica wikitesto]

Nella frazione sorge Villa Gozzadini, nota per essere stata centro degli scavi del conte archeologo Giovanni Gozzadini (1810-1887), che nel 1853 portò alla luce vasti sepolcreti dell'Età del ferro[2], i cui principali reperti sono stati sino ad oggi conservati in tre musei:

Villa Gozzadini fu fatta erigere dall'omonima famiglia nel XVI secolo e nei secoli successivi vi furono apportate delle modifiche. Attualmente (anno 2012) versa in stato d'abbandono.

Villa Manaresi[modifica | modifica wikitesto]

Villa Manaresi (prima villa Silvani), nota anche come la Pederzana, venne fatta costruire nel 1627 da Marcantonio Pederzani, ricco commerciante di legnami.

Chiesa di Sant'Ambrogio[modifica | modifica wikitesto]

La parrocchia di Villanova è intitolata a Sant'Ambrogio. Secondo la leggenda il celebre santo milanese si fermò da queste parti durante la sua visita a Bologna.

Oratorio di San Matteo della Pederzana[modifica | modifica wikitesto]

Altra testimonianza architettonica del XVII secolo è l'oratorio di San Matteo della Pederzana, di struttura semplice, a pianta rettangolare e con campanile a vela. Sul fronte si trova una formella in cotto raffigurante San Matteo. Questo oratorio fu edificato nel 1658 e faceva parte delle pertinenze della villa Silvani-Manaresi.

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Musei[modifica | modifica wikitesto]

MUV: Museo della Civiltà Villanoviana[modifica | modifica wikitesto]

Al conte Gozzadini faceva capo anche il cosiddetto predio di Casa Sant'Anna, un complesso rurale costituito da una serie di edifici, tra cui un fienile e un forno-pollaio, realizzati agli inizi del XX secolo, oggi di proprietà del comune di Castenaso. Proprio da questi due edifici si è pensato di trarne un "Centro Villanoviano". Dopo un intervento di restauro, che permise di riportare le due costruzioni all'aspetto originario, il giorno 8 maggio 2009 è stato inaugurato il MUV, ovvero il Museo della Civiltà Villanoviana, che raccoglie i reperti degli scavi di Marano di Castenaso e delle zone circostanti.

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Villanova è anche un importante polo commerciale: vi sono numerosi ipermercati, magazzini e mercati all'ingrosso, ed è qui che ha sede legale la cooperativa di consumatori più grande d'Europa per numero di soci[4]:Coop Alleanza 3.0.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ L'Italia in dettaglio
  2. ^ Il villanoviano nel territorio di Castenaso[collegamento interrotto] (PDF)
  3. ^ A Castenaso il Museo della Civiltà Villanoviana, «Provincia di Bologna.it», 12 maggio 2009. URL consultato il 18-02-2016.
  4. ^ Nasce Coop Alleanza 3.0, la cooperativa più grande d'Europa Archiviato il 19 febbraio 2016 in Internet Archive.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]